Quote by Considerazioni sul secondo turno dei Playoff Nba

Abbiamo archiviato il primo turno di questi playoff Nba nella Bolla di Orlando. Tra serie scontate, altre più scontate del previsto e Gare 7 sono arrivate in semifinale quelle che sono, probabilmente, le otto migliori squadre dell’Nba. Ad Est, sono già a Gara 2 (per via dei molti sweep), mentre stanotte inizierà la prima serie ad Ovest. Ecco a voi quattro considerazioni per le quattro serie di semifinale.

Est

#1 Milwaukee Bucks – #5 Miami Heat 0-2 

Ad un passo dallo psicodramma i Bucks. Giannis non può prendersi “solo” trenta tiri in due partite, deve avere i possessi che spettano ad un MVP, mentre Coach Bud continua a giocare a rotazioni da regular season. Il sistema democratico di quel vecchio volpone di Spoelstra funziona: Butler passa dai 40 punti di Gara 1 ai 13 di Gara 2 e la squadra si adatta, cavalcando il trascinatore di giornata. Per il momento, Jae Crowder più in palla di Iguodala (36 minuti dell’ex Boston contro 11 di Iggy in Gara 2). Troppo tardi per la rimonta?

#2 Toronto Raptors – #3 Boston Celtics 0-2

Un antico adagio vuole che la squadra con il miglior giocatore sia la favorita in una serie di playoff. Nelle previsioni, Jayson Tatum era considerato un gradino più in alto rispetto a Pascal Siakam, identificando così i Boston Celtics come favoriti, seppur di poco, sui Toronto Raptors. Quanto più vicino avesse giocato Siakam al livello di Tatum, tanto più facile per Kyle Lowry e Fred VanVleet compensare la differenza. Cosa possono fare ora i Raptors, sotto due a zero e con Kemba Walker e Marcus Smart finora superiori a chiunque altro a disposizione di Toronto? Non sarà uno sweep, ma è difficile immaginare una rimonta come quella dell’anno scorso contro i Milwaukee Bucks

Ovest

#1 Los Angeles Lakers – #4 Houston Rockets 0-0 (Gara 1, 4/09 03.00)

L’esperimento estremo del micro-ball di Houston se l’è vista davvero brutta contro Oklahoma City, ma è sopravvissuto. La domanda che segue è lecita: può PJ Tucker marcare Anthony Davis? I Lakers sembrano perfetti per smembrare, pezzo per pezzo, la squadra di coach Mike D’Antoni, ma non devono impigrirsi a dare venti volte palla in Iso a Davis che la difesa dei Rockets è grandissima a raddoppiare e recuperare. Non c’è un difensore per marcare di LeBron, mentre ci si aspetta da Danny Green e KCP l’impatto difensivo per limitare Harden e Westbrook. Una, massimo due vittorie per i Rockets.

#2 Los Angeles Clippers – #3 Denver Nuggets 0-0 (Gara 1, 3/09 03.00)

Il linguaggio del corpo di Denver, dopo il tiro sbagliato da Conley in Gara 7, è eloquente: giocare ogni due giorni, a quell’intensità, paga tanto. Per questo, i Clippers diventano ancora più favoriti. I Nuggets sono la squadra più sfortunata nel giocare i playoff in campo neutro, perdendo quel vantaggio tangibile di giocare all’altitudine del Pepsi Center. Viste le difficoltà difensive della squadra di Malone, ci aspettiamo che George resusciti e che Leonard eserciti il suo solito dominio. Serie a rischio sweep, più per le condizioni fisiche che per altro. Abbiamo visto quanto è complicato cambiare l’inerzia della serie nella Bolla.