Quote by Estate Ncaa tra colpi di testa e statue

Cosa hanno in comune Bruce Springsteen e i Great Danes di Albany? Chi ha avuto la brillante idea di rapinare un tassista? Dove si può giocare calpestando una chiesa? Cosa è diventata la ‘bench mob’ di Monmouth? Non ci sono partite, ma anche in estate storie e notizie non mancano di certo nel mondo della Ncaa. Vediamo le più curiose.

‘The bathroom bill’

Mike Krzyzewski (Duke)

Mike Krzyzewski (Duke)

Si chiama House Bill 2, ma tutti la chiamano HB2 o ‘The bathroom bill’. E’ la legge approvata alla fine di marzo dalla North Carolina che limita alcuni diritti dei transgender e in particolare li obbliga a usare i bagni pubblici del sesso indicato sulla loro carta d’identità. Molto forti le proteste della comunità LGBT americana e non solo: Bruce Springsteen è stato il primo ad annullare un concerto in North Carolina, seguito poi da altre rockstar, mentre alcuni stati hanno deciso di attuare azioni concrete contro una legge considerata un clamoroso passo indietro sul tema dei diritti civili. Per esempio Andrew Cuomo, governatore dello stato di New York, ha chiesto a tutte le istituzioni pubbliche di evitare viaggi ‘non essenziali’ in North Carolina e improvvisamente Duke si è trovata con un buco nel suo calendario. Il 12 novembre era prevista a Durham la partita contro Albany nell’esordio al Naismith Memorial Tip Off Tournament, ma l’università guidata da coach Will Brown ha deciso di rispettare la decisione di Cuomo e quindi ha comunicato che non viaggerà in North Carolina. Cercasi quindi ora avversari per i Blue Devils, operazione più complicata di quanto sembri perché la maggior parte delle università hanno già fissato la loro non conference schedule.

La doppietta di Akolda

Akolda Manyang

Akolda Manyang

Se Duke ha perso la squadra da affrontare per una partita, ben peggio è andata a Oklahoma che ha perso il suo centro di riserva ancora prima di iniziare la stagione. Akolda Manyang è stato infatti prima sospeso a tempo indeterminato e poi definitivamente espulso dall’università per una doppietta di idiozie che ha chiuso in anticipo la sua carriera con i Sooners. A maggio il giocatore originario del Sudan ha fatto cadere un paio di denti a Tyler Evans, un ex giocatore di football di OU che stava cercando di spiegargli che il gruppo di ragazze a cui il centro africano si era avvicinato non aveva alcuna intenzione di parlare con lui. Tornato a casa in Minnesota, un mese dopo totalmente ubriaco è salito alle 2.30 su un taxi con un amico, ma nessuno dei due era in grado di dire dove volessero andare. Invitati a scendere, Manyang e il suo amico hanno aggredito il tassista, strappandogli le chiavi della macchina, prima che l’uomo riuscisse a scappare a piedi e si rifugiasse nella hall di un albergo. Denunciato con le accuse di aggressione e furto, Oklahoma gli ha comunicato nel giro di un giorno che dovrà cercare un’altra squadra per la sua stagione da senior.

Troppo in alto Miles

Saltare, Miles Bridges sa senz’altro saltare

Ma il freshman di Michigan State deve stare attento alla testa

Una chiesa sotto i piedi

Non è il primo e non sarà l’ultimo con un disegno originale, ma il nuovo campo dei Santa Clara Broncos entra di diritto nella classifica dei parquet più strani della Division I

Parquet di Santa Clara

Sotto i loro piedi i giocatori avranno la Mission Santa Clara de Asis, cioè la chiesa del campus, grazie a un’idea di Tinker Hatfield, vice president for design and special projects della Nike, altrimenti noto come colui che ha inventato le Air Jordan.

Monmouth di sabbia

Vi ricordate le esultanze di questi personaggi?

 

Ora sono diventati il soggetto di una scultura di sabbia

Almeno fino alla prossima mareggiata