Quote by Malik Newman sceglie Kansas

Dopo una stagione travagliata a Mississippi State e dopo il tentato sbarco in Nba, Malik Newman sceglie Kansas come sua prossima destinazione. L’mvp del mondiale under 17 aveva già scartato l’ateneo di Lawrence lo scorso anno per andare a giocare da Ben Howland a Starkville. La stagione però è stata complessa: lui ha sostenuto di aver giocato poco, ma in “quel poco” non è riuscito a mostrare il talento di cui era accreditato. E così, con una squadra ancora in fase di costruzione (nella quale arriveranno ben 7 nuovi freshman), Newman ha scelto di provare una nuova avventura.

Malik Newman

Malik Newman

Inizialmente ha tentato la carta Nba, partecipando alla combine, ma prima dell’ultima deadline ha ritirato il proprio nome e ha annunciato la volontà di trasferirsi altrove. Le scelte sulla nuova università erano ricadute su Miami, North Carolina State, Western Kentucky e Kansas. Dopo aver visitato tutti i rispettivi campus, il ballottaggio finale comprendeva solo Kansas e Western Kentucky, con quest’ultima che grazie al nuovo coach Rick Stansbury sembra aver iniziato un corso molto promettente, avendo già reclutato un “five star” come Mitchell Robinson.

Alla fine però la scelta è caduta sui Jayhawks che in questo modo mettono a segno il colpo dell’estate, aggiudicandosi il miglior transfer della nazione, insieme a Derryck Thornton che andrà a USC. Newman potrebbe essere la point guard perfetta per il modo di giocare di coach Bill Self che nei suoi anni a Kansas forse non ha mai avuto un giocatore cosi talentuoso in questo ruolo. Il giocatore di Jackson è uno scorer talentuoso, abile nel subire fallo, con discrete percentuali da tre punti (quasi 40% la scorsa stagione) e offensivamente si potrebbe integrare molto bene nell’attacco di Kansas.

Bill Self (Kansas)

Bill Self (Kansas)

Difensivamente, è tutta un’altra faccenda. Coach Self vuole e ha sempre avuto difensori che sanno mettere pressione sulla palla, Frank Mason e Devonte’ Graham nelle ultimi stagioni. Newman al momento non è un difensore altrettanto efficace, però potrebbe già essere utilizzato per sporcare le linee di passaggio, forte della apertura di braccia di 6’6. Parlando di difesa, Newman ha spiegato che la sua scelta è stata influenzata proprio dall’opportunità di poter lavorare per un anno allenandosi con Graham e Mason. Dopo una stagione di stand-by, Newman è quindi il primo colpo dei Jayhawks per la stagione 2017/18: dividerà il backcourt con Graham e cercherà di tornare nelle grazie degli scout sotto le sapienti mani di Self.