Quote by Bucknell in corsa, UT Arlington in crisi

Non solo basket giocato in settimana sui parquet delle mid-major, ma anche tanta passione e buoni sentimenti. Per i giocatori dei New Orleans Privateers è arrivata infatti la gradita visita dei ragazzi di Special Olympics, che hanno passato dei momenti di allegria insieme a tutta la squadra proprio sul campo da gioco.

Nella Patriot League Army vince contro Navy con il punteggio di 64-62 nella partita più attesa dell’anno per i Black Knights, soffrendo nel finale un recupero non proprio previsto da parte di Navy. Per i cadetti di West Point si tratta della vittoria numero 50 nella serie contro le 78 di Navy. Ecco la festa con mini coro annesso

Rimanendo in Patriot League, per Bucknell arriva nel frattempo la 6a vittoria consecutiva e merito è sopratutto dell’ala senior Zach Thomas che sta dando una mano soprattutto sotto canestro con oltre 10 rimbalzi raccolti a partita accompagnati da oltre 16 punti. Con un Thomas così, per i Bison (grandi favoriti a inizio stagione) la strada verso il torneo si fa in discesa.

 

Nella Sun Belt sembra invece essersi inceppato il meccanismo quasi perfetto dei Mavericks di Arlington, dopo una partenza 6-1 nel mese di novembre: già prima dell’inizio delle gare di conference sono arrivate ben 7 sconfitte e sole 6 vittorie. La squadra non gira più come prima e lo si nota anche dal numero di assist di Erik Neal passato da 10,2 delle prime 8 partite ai 5,6 delle ultime 13 partite giocate.

 

Passiamo alla Southland, dove Abilene Christian supera a sorpresa Central Arkansas e il junior Jaylen Franklin nel finale ci tiene a ribadire il risultato con questa schiacciata.

 

Nella Colonial, prepartita propiziatorio sul campo per alcune delle vecchie glorie di Charleston fra cui Stacy Harris e l’ex NBA Anhtony Johnson. I Cougars alla fine hanno vinto per 76-70 la gara contro Hofstra potendo mettere la 14a W sulla schedule con il duo Chealey-Riller che ha messo a referto ben 58 punti

Dal 21 dicembre solo vittorie per Vermont che ha iniziato nel migliore dei modi la American East, conference dove ha già una partita di vantaggio su UMBC. Sette delle ultime vittorie sono arrivate senza avere a disposizione Anthony Lamb che prima dell’infortunio al piede era il miglior marcatore della squadra.

Venendo agli episodi più divertenti, fosse stata una partita di calcio se ne sarebbe parlato per giorni interi, visto che i 3 punti che praticamente hanno dato la vittoria a Colgate sono frutto di un tiro da 3 avvenuto dopo un fallo di “sfondamento” dello stesso tiratore Jordan Burns che al suo primo anno è già alla seconda gara da 20 punti.

JB❗❗❗ pic.twitter.com/VHQeS1bzH6

Non solo nel sociale e nella politica, ma lo shuthdown governativo degli Stati uniti ha avuto ripercussioni anche sullo sport: l’Air Force infatti ha cancellato tutti gli eventi delle sue squadre, compresa quella di basket che avrebbe dovuto giocare contro Fresno State.

Per Jon Elmore, ala al terzo anno di Marshall, arriva la seconda tripla doppia stagionale e i Thundering Herd continuano a sorprendere nella Conference USA, che sta regalando molte sorprese. Western Kentucky è sempre prima e detta il passo, male invece Louisiana Tech che naviga dei bassifondi

Infine, da segnalare Northern Colorado (dove gioca l’italiano Roberto Vercellino) vince dopo un tempo supplementare, con Andre Spight che timbra cosi la vittoria contro North Dakota dopo aver già realizzato 31 punti

 

Autore Stefano Bei