Quote by Delusione Bucknell, UT Arlington è una big

Prima settimana di college basketball e primi appunti sparsi sul mondo delle mid-major, che proprio in queste prime partite di stagione cercano di portare a casa più vittorie possibili in vista delle sfide (più combattute) nelle diverse conference.

Best game

Il duo terribile Neal&Hervey di Texas-Arlington sembra essere tornato sui livelli che li avevano addirittura messi sui taccuini degli scout Nba: nella sorprendente vittoria per 89-75 contro BYU, i due combinano per 44 punti, 12 rimbalzi e 13 assist con quasi il 50% al tiro

Best performance

1- Partiamo dal North Dakota dove la guardia junior Geno Crandall, il più atteso della squadra, ha deciso di iniziare la stagione con una partita da 41 punti, 6 rimbalzi e 5 assist con quasi l’80% al tiro. I suoi numeri hanno portato i Fighting Hawks alla vittoria per 83-80 su Troy. Ovviamente upset.

2- Ci spostiamo al sud con Mike Daum dei Jackrabbits di South Dakota State che nella sfida con Alabama State mette la firma con 30 punti 13 rimbalzi e 2 rubate con il 60% al tiro in appena 20 minuti sul parquet. Sono ormai quasi due anni che vi segnaliamo questo lungo 2.0, prendete nota o no?

Best surprise

Eastern Washington (in quintetto un serbo, un lituano, un australiano e un ucraino) ricorderà a lungo la vittoria contro Stanford. Dopo ben 15 stagioni, gli Eagles sono riusciti a battere un college della Pac 12. Decisivi i 23 punti con 9/10 ai liberi dell’ala ucraina Bogdan Bliznyuk. Qui sotto la festa nello spogliatoio.

Worst game/performance

1- Bucknell, una delle mid-major più attese anche a livello nazionale, ha iniziato la stagione con la sconfitta contro Monmouth che non era esattamente nei piani. Dopo una settimana sono 0-4 e contro Maryland hanno buttato via un +15 a fine primo tempo.

2- La mini-guardia Kimbal Mackenzie sta giocando sicuramente molto sotto le attese, ed è forse il problema principale di Bucknell in questo momento: quattro partite con il 22% al tiro e oltre 3 falli in 24′ di media. Pesantissimo ad esempio il suo 0 su 8 con 4 falli contro Monmouth.