Quote by In una settimana folle, Allen si congeda da vincente

06/03/2018

È tempo di March Madness e ci sta vedere cose folli, ma l’ACC ha davvero esagerato. In questa settimana ben tre match sono stati decisi da altrettanti buzzer-beater mentre almeno altre due gare hanno trovato epilogo negli ultimi 60 secondi.

 

Virginia resta all’unanimità #1 della nazione dopo aver battuto Notre Dame e soprattutto Louisville. Pazzesco finale contro i Cardinals che a 6″ dalla fine avevano 4 punti di vantaggio. I liberi di Ty Jerome e il tiro allo scadere di De’Andre Hunter votato sesto uomo dell’anno hanno consegnato il successo ai Cavaliers. Settimana da dimenticare per Louisville che è uscita sconfitta anche contro NC State e adesso è data tra le “first 4 out” per il Torneo Ncaa.

Duke ha chiuso la regular season al secondo posto. Dopo la sconfitta nei secondi finali contro Virginia Tech, si è rifatta con gli interessi nel derby della Tobacco Road contro UNC. I Blue Devils hanno ribaltato la gara con un secondo tempo fenomenale grazie al solito Marvin Bagley (votato Mvp e freshman of the year) e ad un Grayson Allen che si è congedato al Cameron Indoor nella senior night con una prestazione da 15 punti, 5 rimbalzi, 5 assist e 5 recuperi. Tra i tifosi pare partirà a breve una petizione per chiedere al college di ritirare la sua maglia numero 3.

 

Ai Tar Heels non è bastato per aggiudicarsi il derby numero 102 un sempre più straordinario Theo Pinson. L’ala è stato sorprendente anche nel match casalingo contro Miami, facendo registrare una incredibile doppia-doppia da 12 punti e 11 assist (career-high). La senior night del Dean Smith Center sarà però ricordata come quella del tiro da metà campo di Ja’Quan Newton. Proprio gli Hurricanes hanno poi replicato il successo contro Virginia Tech grazie alle giocate di Chris Lykes (ve ne abbiamo parlato) e al canestro decisivo a circa 50″ dalla fine di Lonnie Walker (di questo prospetto ve ne parliamo qui).

Syracuse pagherà a caro prezzo la sconfitta contro Boston College alla quale ha cercato di rimediare battendo poi Clemson. Per il momento gli Orange sono inserite tra le “next 4 out” per il torneo, così come non dovrebbe bastare la vittoria su Pittsburgh di Notre Dame inserita nelle “first 4 out”. Terminata la regular season, il carrozzone della ACC adesso si trasferirà a Brooklyn per il torneo di conference che seguirà questo tabellone: