Quote by Tradizione e pressione Villanova cerca repeat

La pressione di sostituire Arcidiacono

Se Nova vuole aspirare seriamente al repeat, dovrà riuscire a sostituire due giocatori come Ryan Arcidiacono e Daniel Ochefu, l’asse play-centro che la scorsa stagione ha fatto le fortune dei Wildcats. Prima che nella metà campo offensiva, il duo faceva la differenza in quella difensiva, come ha ben sintetizzato coach Wright quando ha ammesso di aver perso il “best perimeter guy and the best inside guy”. Quest’anno la squadra difensivamente non sta esprimendo il suo miglior basket, sia a causa della mancanza dei due giocatori appena citati sia per la carenza di comunicazione in difesa, come ha ammesso lo stesso Jalen Brunson. Il sophomore è uno dei principali indiziati, arrivato in Pennsylvania come un top recruit, rarità da queste parti, è chiamato ad essere l’erede naturale di Arcidiacono, dopo un anno di apprendistato alla corte del Philly-guy.

La fase offensiva non si discute con un tiro affidabile e la sua capacità di mettere in ritmo i compagni, specialmente quando va dritto al ferro, aprendo il campo per l’attacco 4-out offense di Nova, con 4 giocatori perimetrali pronti a ricevere gli scarichi del numero 1. Quest’anno è arrivato anche quel passo in più in termini di leadership, dimostrandosi molto più sicuro dei propri mezzi e assumendosi responsabilità quando la palla scotta, mettendo da parte la timidezza mostrata la scorsa stagione. I problemi sono la fin troppo facile inclinazione alle palle perse, dato invariato rispetto la scorsa stagione (1.8), e la difesa, dove non riesce ancora a mettere quell’attitude tanto cara alla tradizione di Nova.

Dite che il ragazzo a messo da parte la timidezza?