Home 9 Focus 9 Draft 2022, due da oltreoceano: Nikola Jovic e Ousmane Dieng

Draft 2022, due da oltreoceano: Nikola Jovic e Ousmane Dieng

Autore: Riccardo De Angelis
Data: 13 Mag, 2022

Uno via Atlantico, l’altro per il Pacifico: attraverseranno due oceani diversi, ma Nikola Jovic e Ousmane Dieng hanno entrambi taglia, visione di gioco e capacità di creare palla in mano più che sufficienti per essere chiamati al primo giro del Draft 2022.

 

Nikola Jovic

Posizione Super Mock Draft: 23

È serbo, alto e ad una lettera di distanza dall’omonimia col due volte MVP della NBA, ma le similitudini fra il prodotto del Mega e Joker finiscono sostanzialmente qui. Alto 208 cm e decisamente più snello (95 kg) del fenomeno di Denver, Jovic è un’ala piccola che offre buona positional size e un repertorio offensivo di prim’ordine. Allarga il campo con un tiro da tre fra i migliori di questa Draft class, tanto fluido nell’esecuzione quanto complicato da contestare. La sua versatilità offensiva è ciò che lo separa da tanti altri giocatori: nei blocchi sulla palla non si limita ad agire come ricevente per un tiro in pick and pop, avendo anche visione di gioco e polso per indossare le vesti di playmaker e servire i compagni. Palla in mano non è il rim attacker più potente che si possa desiderare, ma la capacità di attaccare i closeout e di coordinarsi attorno al canestro lo rendono molto pericoloso. In definitiva, uno scorer con ottimi istinti, tecnica e un approccio alla gara privo di protagonismi estremi che, unito alle sua capacità di passatore, ne fanno un ball handler secondario prezioso. Buono per il primo giro, senza dubbio.

Ousmane Dieng

Posizione Super Mock Draft: 26

Francese emigrato in Nuova Zelanda per cercare la vetrina pre-Draft più adatta a lui, Dieng si trova in uno stadio di sviluppo tecnico complessivamente meno avanzato rispetto a quello di Jovic, eppure ha alcune cose in comune col serbo e il potenziale giusto per essere una scelta altrettanto azzeccata. 208 cm d’altezza anche per lui, ma il tiro dalla distanza, numeri alla mano (27%), non è dei più pericolosi al momento. Dieng però sta migliorando in tal senso (se non altro da piazzato) e può benissimo continuare a farlo, il tutto mentre già mostra grande tocco intorno al canestro, capacità di ball handling e di playmaking estremamente spiccate (specie per un 18enne della sua taglia) e un impatto già notevole nella propria metà campo. Tanto da offrire sul lungo termine.

Articoli correlati

Draft 2022, guardie che non ti aspetti: Malaki Branham e Blake Wesley
Malaki Branham - Ohio State

Uno più tiratore l'altro più atleta. Malaki Branham e Blake Wesley sono due giocatori che pochi si sarebbero aspettati al Leggi tutto

Draft 2022, tre sorprese da lottery
Draft Nba 2022

Inizia il percorso di avvicinamento al Draft Nba 2022: parliamo di tre giocatori da lottery che nessuno si aspettava ad Leggi tutto

NIL e booster, il peggior incubo dell’Ncaa
Isaiah Wong - Miami

Agenti, booster e giocatori: con il NIL, i soldi hanno fatto il loro pubblico ingresso nell'Ncaa. Che però non ha Leggi tutto

Il futuro di Villanova dopo Jay Wright

Fra continuità e nuove svolte: le sfide da affrontare per Kyle Neptune ora che Jay Wright gli ha lasciato le Leggi tutto

Transfer Portal, la Top 10 dei giocatori sul mercato
Terrence Shannon - Texas Tech

Centinaia di nomi affollano già il transfer portal: quali sono i migliori? Ecco i nostri dieci preferiti fra chi cerca Leggi tutto