Quote by I migliori giocatori di basket italiani nati negli anni ’70

12/12/2019

La generazione nata negli anni ’70 è quella che ha regalato all’Italia il secondo titolo Europeo (1999) e la storica medaglia d’argento olimpica, la seconda anche in questa competizione ma a Mosca 1980 mancavano gli Usa. La spedizione ateniese non era composta solo da giocatori nati negli anni ’70 ma è da quel gruppo che si è iniziato a costruire qualcosa di grande. Vediamo chi sono stati i migliori giocatori nati nel decennio (leggi la classifica dei migliori nati negli anni ’60).

Gianluca Basile

Ha vinto tutto in Italia e in Spagna, e può annoverare nel suo palmarès anche l’Eurolega vinta nella stagione 2009/10 con il Barcellona. Con la nazionale ha trionfato nell’Europeo del 1999, ha vinto anche un bronzo europeo nel 2003 e l’argento olimpico nel 2004. Una guardia straordinaria famosa in tutta Europa per il suo ‘tiro ignorante’. Era uno dei suoi marchi di fabbrica, il tiro da 3 preso in precario equilibrio e con le mani del difensore addosso. Con quei tiri al limite ha risolto molte partite, anche della Nazionale.

 

Carlton Myers

E’ stato il capitano e simbolo della nazionale italiana di fine anni ’90, squadra che vinse prima l’argento e poi l’oro europeo. Ha avuto il grandissimo merito di far avvicinare tantissimi tifosi alla pallacanestro. In quegli anni la sua popolarità era pari ai giocatori di calcio, popolarità del tutto meritata. Guardia con una grande inventiva e una mobilità invidiabile, capace di segnare in mille modi diversi. Carattere non semplice, memorabili le sue litigate con Boscia Tanjevic, uno dei pochi rimpianti della sua fantastica carriera è stato il risultato alle Olimpiadi del 2000, dove l’Italia perse contro i padroni di casa australiani nei quarti di finale.

 

Andrea Meneghin

Figlio del grande Dino, contro cui ha giocato in campionato, Andrea Meneghin è stato simbolo di quella Varese che più di vent’anni prima aveva lanciato il padre. La sua carica agonistica e la sua tecnica sono sempre stata da esempio per i compagni. E anche grazie a queste caratteristiche che l’Italia ha conquistato l’Europeo del 1999. Con Pozzecco a Varese ha formato una delle coppie più “pazze” e divertenti della storia del basket italiano.

 

Gregor Fučka

E’ stato uno dei primi lunghi mobili del basket mondiale. Dotato di un talento cristallino, lo sloveno naturalizzato italiano è stato uno dei giocatori più importanti della nazionale negli anni ’90. Alto 2,15, fosse nato qualche anno dopo avrebbe avuto quasi sicuramente una formidabile carriera Nba, ma all’epoca l’America era veramente lontana per i giocatori europei.

 

Giacomo Galanda

Capitano della nazionale argento olimpico, Giacomo “Jack” Galanda è stato un signor lungo e uno dei primi stretch four che tanta fortuna hanno avuto nel basket attuale. Nella sua carriera in nazionale ha conquistato tutti e tre i gradini del podio agli Europei. Ala forte con un ottimo tiro da fuori permetteva di aprire il campo favorendo le penetrazioni dei compagni, in anticipo di vent’anni sugli odierni standard Nba.