Home 9 Non categorizzato 9 Mid-major, sorprese e supplementari

Mid-major, sorprese e supplementari

Autore: Stefano Bei
Data: 26 Nov, 2017

Best Game

Ohio Bobacats e Indiana State danno vita alla partita più lunga di questi primi 15 giorni di stagione, ben 4 supplementari che hanno visto la vittoria di Ohio per 96-94 dopo ave rimontato dal -16 a 11 minuti dalla fine dei tempi regolamentari.

Washington State sorprende Saint Mary’s che occupa (o forse sarebbe meglio dire occupava) la posizione numero 21 nel ranking. A contribuire pesantemente alla vittoria è arrivato il season high della guardia sophomore Malachi Flynn con 26 punti, 7 rimbalzi e 4 assist con il 64% al tiro.

Best Performance

– Prestazione da incorniciare per Corey Allen, guardia al secondo anno di Detroit che nella vittoria all’overtime per 116-109 dei suoi Titans ha messo a referto ben 39 punti tirando con il 60% e segnando ben 10 punti proprio nei minuti supplementari.

Kevin Hervey era in giornata no, ma per UT Arlington non c’è stato problema contro Western Carolina. Ci ha pensato il centro da Trinidad Johnny Hamilton che in appena 23 minuti sul parquet ha messo a tabellino 30 punti, 15 rimbalzi e ben 5 stoppate, il tutto sbagliando un solo tiro su 12.

– Altra partita e altro score con almeno il 50% al tiro per Zach Lofton, nella vittoria dei suoi Aggies per 89-76 su Colorado State la guardia che è alla terza squadra cambiata nella sua carriera collegiale ha messo a referto ben 30 punti e 8 rimbalzi con l’80% al tiro e un ottimo 4 su 7 dalla lunga distanza.

Best Surprise

– Milwaukee dopo una straordinaria rimonta dal -19 batte Elon con l’ultimo tiro di Jeremy Johnson che ributta dentro un rimbalzo dopo un tiro sbagliato dal compagno Jeremiah Bell

– Una stagione a Wichita State giocando meno di 7 minuti a partita, il trasferimento a Tulsa, 9 punti in 22 minuti. Questa stagione per il senior Corey Henderson Jr. è iniziata peggio del previsto con l’11% al tiro e poco più di 17 minuti giocati. Finalmente contro Central Arkansas è arrivata la partita che aspettava da una carriera: 24 punti, 3 rimbalzi e 3 rubate con il 67% al tiro.

Western Kentucky sorprende tutti e domina dal primo all’ultimo minuto la partita contro Purdue che capitola 77-73 perdendo il confronto in tutte le statistiche, nessuna speranza per i Boilermakers che vedono a rischio la loro top 25.

Worst Game/Performance

Longwood è stata l’artefice di una delle più brutte prestazioni offensive fra tutte le partite giocate in questo primo scorcio di stagione, Contro UNC Greensboro i Lancers si sono fermati a quota 40 punti segnati tirando con il 29% dal campo, e un pessimo 54% ai tiri liberi, ciliegine sulla torta le 26 palle perse e il -16 a rimbalzo.

Articoli correlati

Malachi Flynn si trasferisce a San Diego State

La point guard ex Washington State ha preferito SDSU a Creighton

Washington State: i migliori della Pac12 (per ora)

La vittoria del Wooden Legacy e un record di 6-0 rendono WSU la miglior squadra della Pac12. Corsa,triple e rimonte Leggi tutto

Delusione Bucknell, UT Arlington è una big

Primo punto sulle mid major con i Mavericks che battono BYU. Male i Bisons (attese troppo alte?) e occhio a Leggi tutto

Kalin Bennett è autistico e giocherà in Ncaa
Kalin Bennett

Una rivoluzione per lo sport in generale. Kalin Bennett a Kent State sarà il primo autistico in Division I. E Leggi tutto

Buffalo, Furman e un cecchino inarrestabile

Una squadra per la prima volta nel ranking, l'altra killer di Villanova. Ma anche Trent Harris, che da 3 segna Leggi tutto