Quote by Preview – Florida State Seminoles – 23

19/10/2016

The team

Malik Beasley was a one-and-done, picked 19th by the Denver Nuggets last June, while Dwayne Bacon, the most important player of the team, is still here and will share the floor with 6-8 Jonathan Isaac. If Isaac will prove to be the talent everybody expects him to be, the Seminoles are in for a great year. Three-point shooting could be an issue, especially with Beasley gone, but coach Leonard Hamilton said freshmen CJ Walker and Trent Forrest should be enough of a threat to keep the opposing defense on edge. Still, few teams can play two 7-footers together, and in case the team needs a spark, Xavier Rathan-Mayes, the PG who scored 30 points in less than 5 minutes last season, is still on the team.

Last season

Florida State last year was a perplexing team to say the least. They started 10-2 but could not raise their game to continue their stretch once the regular season started and lost in the conference tournament to Virginia Tech. Their wins throughout the season came with authority, but they dropped games where the Seminoles were clear favorite, including the aforementioned Virginia Tech game. Bottom line: Florida State was out of the Ncaa tournament, got an invitation to the NIT only to lose in the second round.

The coach: Leonard Hamilton

The winningest coach in the Seminoles history, but not exactly the bench guru one would expect. He spent 14 years as Florida State head coach and led the team to the Ncaa tournament only four times, from 2009 to 2012. He is not a fan of three-point shooting and he prefers a slow pace and post play. His job is not on the line, at least not yet, but some argue this season could be a point of no return for him.

Key player: Phil Cofer (PF, jr)

Last year, the team started playing inconsistently when Phil Cofer had to undergo surgery on his ankle. In a frontcourt that sees mostly heavy, powerful players who lacks athleticism, he brings the mobility that allows the team to stay aggressive on both sides of the court.

Jonathan Isaac - Florida State

Jonathan Isaac – Florida State

Prospects: Dwayne Bacon (SF, So), Jonathan Isaac (PF/C, Fr), Xavier Rathan-Mayes (PG, Jr)

There are only three players listed, but the whole frontcourt is good enough to get a long look from  European teams. Bacon is a small forward who lacks the consistency in his jump-shot to make the leap, but he can attack the rim at will and pile up fouls as well as any professional. Being a first or second round pick will depend on how good of a season he will play. Isaac is the kind of big who can jump through the roof and shoot threes. Is it going to be a boom or bust? If it’s a boom, pick your favorite comparison between Durant and Antetokounmpo, if it’s a bust, a player that is always out of position on both sides of the floor. Rathan-Meyes is the perfect PG (defence, court vision, assists, managing the pace) until you look at his 28% three-point shooting. If he had to show real progress on his outside shooting he is probably headed to the Nba, otherwise he will get some interest from European teams.

Likely starting five

PG – Xavier Rathan-Mayes (jr)
SG – Benji Bell (Sr)
SF – Dwayne Bacon (So)
SF – Jonathan Isaac (Fr)
C – Jarquez Smith (Sr)

Relevant players from the past

Sam Cassell, Dave Cowens (hall of fame), Bob Sura, Charlie Ward

Video

 

Quote by Preview – Florida State Seminoles – 23

19/10/2016

La squadra

La partenza di Malik Beasley (finito ai Denver Nuggets dopo un solo anno di college) cambierà sicuramente l’assetto dei Seminoles, la cui star resta Dwayne Bacon cui si affiancherà Jonathan Isaac, un 2,08 della nuova generazione. Se lui si dimostrerà il talento che molti credono sia, la squadra andrà lontano. I centimetri non mancano (non sono molti i team che possono schierare due giocatori da rotazione alti più di 2,13), mentre la preoccupazione è il tiro da fuori, anche se coach Leonard Hamilton si è detto molto soddisfatto di come stanno performando dal perimetro i due freshmen CJ Walker e Trent Forrest. Ah, in squadra ci sarebbe sempre anche Xavier Rathan-Mayes, la PG che nel suo anno da freshman ha segnato 30 punti in 4:38 (c’è il video in fondo alla pagina). Giusto per ricordarlo.

La scorsa stagione

L’anno scorso nessuno ha davvero capito che squadra fosse Florida State, che ha vinto partite di autorità, ma ne ha anche perse alcune troppo facilmente. Partita con un record di 10-2, la squadra ha poi iniziato a subire l’aggressività della Acc finendo sconfitta al Torneo di conference contro la più abbordabile (sulla carta) Virginia Tech. Risultato: esclusa dal Torneo Ncaa e chiamata al NIT, ma anche lì sconfitta al secondo turno. Un mistero.

Il coach: Leonard Hamilton

L’allenatore più vincente della storia dei Seminoles, su questo non si discute. Che sia un guru della panchina invece è più in dubbio. In 14 stagioni alla guida di Florida State ha portato la squadra al torneo solo 4 volte, dal 2009 al 2012 (anno in cui in squadra c’era Okaro White, visto poi in Italia). Ama poco il tiro da 3 e preferisce i ritmi bassi e la palla vicino a canestro. Non è tra i coach sulla graticola, ma per qualcuno questo potrebbe essere comunque un anno decisivo per lui.

Il giocatore chiave: Phil Cofer (PF, Jr)

Sarà un caso, ma l’anno scorso le prestazioni in calo della squadra sono iniziate quando l’ala forte (205 cm) ha dovuto smettere di giocare a causa di un’operazione alla caviglia. In una squadra di lunghi ingombranti, potenti ma poco atletici, lui porta l’aggressività che manca sui due lati del campo. Non solo a rimbalzo.

Jonathan Isaac - Florida State

Jonathan Isaac – Florida State

I prospetti: Dwayne Bacon (SF, So), Jonathan Isaac (PF/C, Fr), Xavier Rathan-Mayes (PG, Jr)

Parliamo solo di questi tre, ma in realtà la batteria dei lunghi dei Seminoles è notevole e avrà sicuramente apprezzatori in Europa. Bacon è un’ala piccola cui manca ancora la precisione al tiro per fare il grande salto, ma il fisico e l’abilità di arrivare al ferro e subire falli sono già ampiamente da pro. A meno di un’annata disastrosa, si scommette solo se sarà primo o secondo giro del draft. Isaac è un new-generation-player, cioè un lungo che salta come un grillo ma che tira anche da fuori. Boom or bust? Boom: scegliete tra Antetokounmpo o Durant. Bust: un tizio che non sapete mai come schierare, in attacco e in difesa. Rathan-Mayes, un giocatore perfetto (difesa, visione di gioco, assist, gestione del ritmo) che però tira da due stagioni con il 28% da 3: aggiungetegli il 10% e finisce nel mirino degli scout Nba, altrimenti si passa all’Europa, con livello da valutare.

Possibile quintetto

PG – Xavier Rathan-Mayes (jr)
SG – Benji Bell (Sr)
SF – Dwayne Bacon (So)
SF – Jonathan Isaac (Fr)
C – Jarquez Smith (Sr)

Le star del passato

Sam Cassell, Dave Cowens (hall of fame), Bob Sura, Charlie Ward

Video