Quote by da Zimmerman a Diallo, Che fine hanno fatto?

Il draft è spesso una questione di fortuna non solo per le squadre che scelgono, ma anche per i giocatori. I primi due anni nella Nba sono fondamentali per capire quale sarà il futuro delle nuove leve, i posti a roster sono pochi e tanti ragazzi vengono spazzati via, a volte troppo in fretta. Trovarsi in una situazione che permetta di migliorare e sviluppare il proprio potenziale è fondamentale, soprattutto per chi non arriva in Nba come potenziale uomo-franchigia. Solo una piccola parte dei giocatori selezionati a ogni draft rimangono davvero nella Nba, perché in media un rookie si trova fuori dalla lega in un arco di 6-7 stagioni circa. Il dato ovviamente include anche chi riesce a resistere per 15+ stagioni, e il numero dei giocatori così longevi è in forte crescita. Arrivare nel giusto contesto e con il giusto approccio è importante, o si rischia di uscire dal giro molto in fretta.

Vediamo quindi come si stanno comportando alcuni dei giocatori più seguiti nella scorsa stagione, che sono rimasti dietro le quinte in questo inizio anno (e che probabilmente lì rimarranno fino al prossimo training camp). Dei quattro centri presi in esame, solo Deyonta Davis sembra sicuro di rimanere nella lega anche a lungo termine, mentre sugli altri ci sono ancora molti punti interrogativi e in qualche caso, restano oggetti misteriosi.