Quote by 19. Purdue sulle spalle di Carsen Edwards

Il ranking Ncaa di BasketballNcaa.com. Ecco la classifica

La squadra

Difficile non amare Purdue, una delle squadre che nel rapporto talento/risultati è stata tra le migliori negli ultimi 5 anni. Prospetti 4/5 stelle? Nessuno. Eppure la squadra l’anno scorso ha settato il record di vittorie stagionali del college (30), ha raggiunto le Sweet 16 per la seconda volta consecutiva (senza un giocatore chiave come Isaac Haas) e negli ultimi 4 anni ha vinto almeno il 74% delle gare della Big Ten. Chiaro che gran parte del merito va a coach Matt Painter (uno di quelli considerati in rampa di lancio). Il ritorno di Carsen Edwards (candidato a player of the year della Conference), che non si è fatto tentare dal draft Nba, è il motivo per cui la squadra resta in top 25 nonostante la partenza di 4/5 del quintetto. D’altronde il sophomore Matt Haarms ha già giocato da titolare al torneo a causa dell’infortunio di Haas e buone cose si attendono dal transfer Evan Baudreaux. Per il resto molti freshman, ma nessuno con pedigree.

 

Giocatore chiave

Lo sanno tutti, lo sa anche coach Painter, che in prestagione ha rilasciato molte dichiarazioni in merito: Purdue l’anno prossimo dovrà fare grande affidamento su Nojel Eastern, guardia-ala di peso (nel senso letterale), molto atletica e fisica che ha chiaramente potenziale Nba. Le sue cifre da freshman sono poco indicative (2.8pt, 2.7rb), anche perché aveva davanti molti giocatori più esperti. Quest’anno è atteso a un grande salto nel rendimento e il ragazzo ha il talento per riuscirci.

Nojel Eastern - Purdue

Nojel Eastern – Purdue

Prospetti

Carsen Edwards dovrebbe essere un mister nessuno, ma ha una personalità e una grinta che lo hanno portato da essere un semisconosciuto (in sede di reclutamento) a una PG da combine Nba. Se mostrerà maturità, potrebbe essere il Jalen Brunson di quest’anno. Insieme a lui, ovviamente osservato speciale sarà Nojel Eastern, che però dovrà mostrare consistenza al tiro (3/9 dall’arco in tutta la scorsa stagione) per interessare davvero gli scout. Da tenere d’occhio il lungo Matt Haarms, come minimo visto il passaporto olandese.

Pronostico

Una Big Ten da contender e poi, a seconda della maturità e della crescita dei suoi giovani, un Torneo con ambizioni diverse: il worst-case è un’eliminazione al primo turno, il best-case un’altra Sweet 16. Difficile prevedere un acuto questa stagione con questo roster.

Clicca qui per guardare le altre squadre del ranking