Quote by BasketballNcaa dà i voti al 2016

Eccoci qui, l’anno (solare) si sta chiudendo mentre la stagione di college basketball (per fortuna) è ancora in corso. Dopo due mesi di gioco e con i tornei di Conference appena iniziati è possibile fare un primo check sulle prime partite. Ecco 10 domande che riassumono in parte quanto visto finora con le risposte di tutti i componenti della redazione di BasketballNcaa.

Qual è stata la squadra migliore?

Stefano “Bobby” Russillo: Villanova, la squadra più solida e con il miglior sistema di gioco, capitanati dall’attuale poy Josh Hart e da uno dei migliori ‘most improved player’ della nazione, Mikal Bridges.
Fabio Cro: UCLA, dopo un anno disastroso e un coach Alford sempre sulla graticola, i Bruins sono la squadra che ha impressionato di più, soprattutto per il potenziale ancora inespresso.
Stefano “Mac” Bei: UCLA. Che sarebbe stata competitiva si sapeva, ma non cosi.
Manuel Follis: Nel complesso, tra attacco e difesa, vado con Virginia.
Raffaele Fante: Non è solo la più forte, UCLA è anche la più divertente e originale.
Riccardo “Ric” De Angelis: Villanova, lungi dall’essere perfetta, è una squadra concreta e matura come nessun’altra.
Paolo “Pablo” Mutarelli: Kansas ha dimostrato di avere il più completo backcourt della nazione e Josh Jackson sembra essersi integrato alla grande in un contesto offensivo non sempre semplice per i suoi predecessori.

Kentucky vs UCLA

Kentucky vs UCLA

Quale squadra ha fatto meglio di quanto ci si aspettasse?

Stefano “Bobby” Russillo: Baylor sulla carta non meriterebbe nemmeno la top25, ma è la sorpresa della stagione grazie ad un sistema di gioco fondato sull’equilibrio (nella top15 sia per efficienza offensiva che difensiva) e alla crescita definitiva da leader di Johnathan Motley.
Fabio Cro: Gonzaga, rivoluzionata ma ancora più solida ed efficace della scorsa stagione.
Stefano “Mac” Bei: Creighton, sempre poco considerata, paga ancora il fatto di provenire dalla Missouri Valley ma tutto il programma è di livello superiore.
Manuel Follis: che Baylor potesse essere così solida non l’aveva davvero previsto nessuno.
Raffaele Fante: voti per Baylor nel preseason Ap ranking? Zero. Adesso è imbattuta alla n.4.
Riccardo “Ric” De Angelis: Baylor nel gruppetto delle imbattute a fine dicembre? Penso che nessuno l’avrebbe detto un mese e mezzo fa.
Paolo “Pablo” Mutarelli: Gonzaga ha perso in estate quattro dei primi cinque per minuti giocati. Ora è imbattuta, è una delle poche squadre che si trova nella top 20 sia in attacco che in difesa e tutto sembra girare alla meraviglia. Forse è l’anno buono?