Quote by Marquette o NC State: le possibili sorprese

Ogni anno c’è sempre qualche squadra che per determinati fattori non è considerata da ranking top 25 ad inizio stagione per poi entrarvi prepotentemente a suon di ottime prestazioni. Sono spesso formazioni di cui era difficile immaginarne il valore prima della prova del campo: ecco le nostre cinque principali candidate a sorpresa dell’anno.

Marquette Golden Eagles

La stagione dei Golden Eagles potrebbe prendere una piega piuttosto interessante nonostante i saluti del top scorer Andrew Rowsey. In una conference come la Big East che mai come quest’anno non sembra avere delle gerarchie predefinite, la squadra di coach Steve Wojciechowski – che in quattro anni ha guidato una sola volta il team al torneo Ncaa – potrebbe fare la voce grossa e accrescere la propria reputazione. Marquette è infatti una delle formazioni che ha cambiato di meno e conservato determinati equilibri che, strada facendo, possono risultare determinanti. Inoltre ha due giocatori come il playmaker Markus Howard e l’ala Sam Hauser – entrambi junior – che sembrano essere in rampa di lancio. Il college con sede a Milwaukee potrebbe avere una ghiotta chance.

BasketballNcaa - Markus Howard

Il playmaker Markus Howard, tra i candidati all’Mvp della Big East

Florida State Seminoles

I Seminoles l’anno scorso sono arrivati ad una gara dalla Final Four e, pur avendo perso qualche pedina preziosa, restano una squadra molto compatta. Con il ritorno dei due migliori scorer, Terance Mann e Phil Cofer (al quale è stato concesso un quinto anno di eleggibilità), FSU potrà continuare a dare fastidio. Trent Forrest, P.J. Savoy, Christ Koumadje, M.J. Walker e il transfer David Nichols compongono un gruppo che può ancora togliersi qualche soddisfazione e disputare una stagione al di sopra delle aspettative. Al resto ci penserà come sempre coach Leonard Hamilton, che negli ultimi anni ha dimostrato di saper sopperire alle defezioni del proprio roster causate da addii illustri con un sistema di gioco che valorizza il materiale umano che ha a disposizione.

 

N.C. State Wolfpack

Nove volti nuovi rispetto alla scorsa stagione per coach Kevin Keatts, che è stato a dir poco costretto a questo rebuilding. La decisione di alcuni giocatori di cambiare college, ad iniziare da Omer Yurtseven, ha fatto sì che il tecnico guardasse al mercato dei transfer per comporre un roster all’altezza. E così, per sostituire il pivot turco, sono arrivati Wyatt Walker da Samford ed il freshman Manny Bates. Con la cabina di regia che sarà affidata di nuovo a Markell Johnson e Braxton Beverly, i Wolfpack hanno racimolato in giro per il paese una serie di combo-guard ed esterni versatili come Blake Harris, Devon Daniels, Eric Lockett e C.J. Bryce, quest’ultimo già allenato da Keatts a UNC Wilmington. N.C. State non sarà molto alta e neppure tanto fisica, per questo praticherà una pallacanestro veloce e se troverà il giusto equilibrio potrebbe stupire.

BasketballNcaa - Kevin Keatts

Coach Kevin Keatts chiamato ancora una volta a fare miracoli

Vanderbilt Commodores

Al terzo anno sulla panchina dei Commodores, coach Bryce Drew punta a ravvivare un programma che nelle ultime stagioni ha annaspato, pur staccando il biglietto per la March Madness in due occasioni. Le ambizioni passano dal reclutamento che ha portato in dote al college della città di Nashville due top prospect come il play Darius Garland e il lungo Simi Shittu, che compongono un intrigante dinamic duo. Per essere considerata una squadra da Top 25, Drew avrebbe dovuto aggiungere il tiratore Romeo Langford, al quale è stato molto vicino. In sua assenza è atteso ad un ulteriore salto di qualità l’esterno Saben Lee dopo la buona stagione da freshman.

BasketballNcaa - Vanderbilt

Il canadese Simi Shittu a dx e il playmaker Darius Garland a sx

Washington Huskies

È dal lontano 2011 che gli Huskies attendono d’iniziare una stagione con qualche pronostico dalla propria e quest’anno sembra essere quello giusto. Dopo i quindici anni sotto la guida di Lorenzo Romar, e soprattutto gli ultimi cinque campionati chiusi con un record negativo o alla pari in Pac-12, l’avvento di coach Mike Hopkins è stato un toccasana. E così Washington ha terminato l’anno scorso con un 10-8 che può essere migliorato visto che sono ritornati i migliori quattro marcatori della squadra: Jaylen Nowell, Noah Dickerson, David Crisp e Matisse Thybulle. A questi si uniranno cinque nuove reclute che vanno scoperte, ma l’obiettivo è piuttosto chiaro: migliorarsi. Questo potrebbe far sì che gli Huskies tornino ad affermarsi sulla scena nazionale e magari accedere al torneo Ncaa, dal quale mancano da ben sette anni.