Home 9 Giocatore 9 Jared Butler

Jared Butler

Proiezione Mock

#24
Baylor Bears
Stati Uniti
25/08/00
Reserve, LA
1.91 cm
88 kg
Riverside Academy
Guardia
Junior
Wingspan: 1.95 cm
Best comparison: Goran Dragic
Worst comparison: Tyler Johnson
Shoot off the dribble: 9
Catch & shoot (motion): 10
Spot Up: 10
Creation & Passing: 8
Ballhandling: 8
Assist: 8
Right hand: 9
Left hand: 8
Defense on the ball: 8
Protecting the rim: 6
Off rebound: 5
Def rebound: 6
Intangibles: 8
Personality: 9
Energy: 8
Final grade: 121

Strenghts

Jared Butler è un tiratore e su questo non c’è nessun dubbio. Metà delle sue conclusioni arrivano da oltre l’arco e, con oltre 6 tentativi a partita, ha finito il suo trionfale anno con il 41.6% da 3. Sa prendersi e segnare tiri in ogni modo, ma è impressionante soprattutto la produzione di 1.51 punti per possesso nei 90 tentativi in catch and shoot. Meccanica fluida e veloce, ha dimostrato in più occasioni di saper aspettare la partita per poi segnare quando conta, creandosi tiri da qualsiasi distanza, compresa quella Nba. Miglior realizzatore della Baylor campione con 16.7 punti a partita, la voce in cui è maggiormente migliorato quest’anno è quella degli assist (4.8 di media) grazie anche al supporting cast di grande livello dei Bears. Tutt’altro che giocatore monodimensionale, è ottima anche la sua difesa (2 i recuperi a partita) grazie non tanto al fisico quanto a intelligenza e tecnica che di certo non gli mancano. Calmo, sempre in controllo della situazione, è sicuramente pronto per passare al piano di sopra.

Weaknesses

Alla Combine è rispuntato un problema cardiaco già scoperto nel 2018 senza che gli impedisse di avere una carriera universitaria di successo. Ma in attesa che i medici si pronuncino, è chiaro che questo stop a un mese dal draft ha fatto sprofondare le sue quotazioni. Giocatore dotato di grande tecnica ma con un fisico decisamente nella media, già a livello di college le sue avventure al ferro non sempre sono finite nel migliore dei modi e facilmente saranno ancora più ridotte nel futuro. Con il suo gioco prevalentemente perimetrale, si guadagna pochi falli e sono solo 3 di media i liberi tentati a partita, pochi per un attaccante come lui. Ininfluente il suo apporto a rimbalzo, soprattutto in attacco (13 offensivi in tutta la stagione) ha sofferto in qualche occasione difensori più grossi che gli si sono appiccicati addosso, togliendogli lo spazio per tirare o per partire in palleggio. Da queste situazioni sono arrivate alcune delle sue palle perse (2.8 a partita), unico vero aspetto negativo di una stagione strepitosa. In prospettiva, il suo atletismo non eccelso gli può togliere qualcosa anche a livello di efficienza difensiva.

Extra

Il suo torneo è stato l’emblema della sua capacità di scegliere il momento adatto per mostrare la sua pallacanestro migliore: 4/21 da 3 nelle prime 3 partite, 10/17 nelle successive 3, miglior realizzatore della finale con 22 punti (e 7 assist) e meritata vittoria del trofeo come Most Oustanding Player delle Final Four,

Articoli del giocatore