Quote by Ja Morant show, tutto facile per le big

 

 

 

 

MIDWEST

#2 Kentucky – # 15 Abilene 79-44

L’infortunio di PJ Washington è il vero problema dei Wildcats che in campo non hanno avuto alcun problema a chiudere molto in fretta la pratica Abilene. Senza il sophomore che ha trascinato UK per tutta la stagione e che salterà anche la prossima partita, Keldon Johnson si è preso la scena (25 punti e 6 rimbalzi) aiutato dal solito Tyler Herro (14-5-2) e Reid Travis, tornato sui livelli di inizio stagione. Per Abilene non c’è mai stata alcuna chance, anche per via delle scarse capacità a rimbalzo dove sono stati dominati.

PJ Washington a bordo campo infortunato

#4 Kansas – #13 Northeastern 87-53

Ci avevano puntato in tanti, perchè la Kansas di questi tempi è un po’ malmessa e Northeastern una mid tutt’altro che scarsa. Invece altro che upset, è stato un vero e proprio massacro con Dedric Lawson (25 punti e 11 rimbalzi) incontenibile per i finti lunghi degli Huskies che potevano solo sperare che funzionasse la loro arma migliore, cioè il tiro da 3. E invece Vasa Pusica e compagni hanno messo insieme un pessimo 6/28 e la partita non è praticamente mai iniziata.

#5 Auburn – #12 New Mexico State 78-77

La partita più folle del primo turno è stata un mix assurdo di scelte sbagliate ed errori che New Mexico State ricorderà a lungo. Perché gli Aggies hanno avuto più di una chance nel finale di eliminare i campioni della Sec ma hanno deciso di sprecarle tutte. Così come Auburn è riuscita quasi a farsi riprendere nonostante fosse avanti di 7 a meno di un minuto dalla fine. Ma è la March Madness e tutto può succedere. Bryce Brown e Jared Harper hanno come sempre guidato i Tigers nel loro folle run and shot, ma entrambi hanno fatto clamorose sciocchezze nel finale. Alla fine questa l’hanno portata a casa. Se giocano così, la prossima contro Kansas probabilmente no.

 

# 7 Wofford – # 10 Seton Hall 84-68

Un super Fletcher Magee guida Wofford al secondo turno. Il Senior ha stabilito il record di triple segnate in carriera per una squadra di Division I e chiuso il match a 24 punti evitando un upset che per molti era possibile. I Terriers hanno guadagnato la doppia cifra di vantaggio già nel primo tempo guadagnandosi così la prima vittoria al Torneo dopo cinque tentativi. Per i Pirates ci sono stati molti problemi – scarso tiro da 3 (9 su 27), pessime percentuale ai liberi (60%) e tante palle perse (13) – e quelli scesi in campo erano i lontani parenti di chi ha tenuto testa a Kentukcy, Marquette e Villanova.