Home 9 Scheda Torneo 9 #7 Nevada al Torneo per confermarsi

#7 Nevada al Torneo per confermarsi

Autore: Stefano Russillo
Data: 18 Mar, 2019

La squadra

Stagione di alti e bassi per Nevada e per certi aspetti deludente: dovevano dominare la Mountain West a mani basse e si sono ritrovati, invece, a condividere il titolo di regular season con la sorprendente Utah State, complice le sconfitte proprio contro gli Aggies, New Mexico e San Diego State dopo una non-conference schedule immacolata. Le sorti dei ragazzi di coach Eric Musselman passano per le mani del loro Big Three: i gemelli Martin e Jordan Caroline, i tre combinano per oltre il 60% dei punti, rimbalzi e assist di squadra e basta che uno non sia in serata per mettere i Wolf Pack in difficoltà. Da non sottovalutare l’apporto dalla panchina di Jazz Johnson: il miglior sesto uomo della MWC e unico altro giocatore a viaggiare in doppia cifra di media (11), oltre a essere una sentenza dall’arco (44.1% su 5 tentativi a partita). Silenzioso ma fondamentale l’apporto dei due senior che completano lo starting five: Tre’Shawn Thurman e Trey Porter, sempre pronti a battagliare sotto i tabelloni. Ha trovato, invece, meno spazio del previsto Jordan Brown il freshman quattro stelle n.33 della Espn100 della classe del 2018.

Il giocatore chiave

Tutti i palloni di Nevada passano dalle mani di Cody Martin: play intrappolato in un corpo da ala che fa della versatilità il suo marchio di fabbrica. Sul parquet è capace di fare qualsiasi cosa come dimostrano i suoi numeri (11.6pts, 4.4reb, 5.1ast e 1.3stl) e quest’anno sta trovando una certa continuità anche dalla lunga distanza. Le sconfitte dei Wolf Pack sono concise con le sue prove più opache: la gestione dei ritmi dell’attacco e le percentuali dall’arco saranno determinanti.

 

I prospetti

I Big Three sembrano avere già prenotata una chiamata al secondo giro del prossimo Draft. Se Cody è il tuttofare della famiglia, Caleb è il gemello talentuoso: top scorer a 19.6 di media è anche il go to guy di Nevada, capace di colpire da ogni zona del campo. La capacità di mettere punti a referto non si discute a differenza delle scelte di tiro, vero x-factor delle sue quotazioni in ottica Nba. Jordan Caroline è una macchina da doppie-doppie: letale sotto i tabelloni ma con una mano a dir poco educata da oltre il perimetro (38.3% da tre su 4 tentativi a partita), lo stretch-four in uscita dal pino che fa comodo al piano da sopra. Sirene europee per Thurman e Porter.

Pronostico

Il talento a roster vale le Elite8 starà a coach Musselman trovare la chiave di volta per mettere da parte i cali di concentrazione dei suoi e centrare l’obiettivo.

Video

Articoli correlati

Grant Sherfield, carta vincente di Nevada
Grant Sherfield

In appena quattro mesi, Grant Sherfield ha trovato la sua dimensione a Nevada e grazie a lui i Wolfpack possono Leggi tutto

St. John’s, Nevada: trionfano i guastafeste
Posh Alexander Julian Champagnie Boston College St John's

St. John's è da Torneo. Nevada spazza via Boise State. Ole Miss vince e diverte. Una settimana da underdog nelle Leggi tutto

Indiana bussa al Torneo, Nevada in crisi

La vittoria su Michigan State potrebbe regalare in extremis la March Madness agli Hoosiers. Vediamo chi sale e chi scende

March is here, tra schiacciate e troll

È arrivato marzo, il mese più caldo del college basket tra schiacciate, upset inaspettati, senior nights e tante altre pazzie Leggi tutto

Il colpo di Georgia e tutte le guardie on fire

Tom Crean si porta a casa il prospetto n.1 del 2019, Riller, Wright Foreman e Howard segnano a ripetizione. Le Leggi tutto