Quote by Purdue Boilermakers #4

14/03/2017

Record 25-7

Purdue is back among the elite teams in the Big Ten but missed on the chance to win the conference tournament after 8 years from their last trophy. The loss to Michigan lowered expectations for the Boilermakers despite the team’s incredible season. Coach Matt Painter was lucky enough to have Caleb Swaning coming back for his sophomore year and have the chance to pair him with Isaac Haas to form one of the best frontcourt duo in Division I. Undersized PG Carsen Edwards also had a good impact on the team and helped Purdue’s offense to average 80 points per game and to be third in assists in the nation.

Key Players

Everything goes through “Biggie Swanigan”. If Mr Double-Double (18.6 points, 12.6 rebounds) is not at his best the Boilermakers will not lose only in points and rebounds, but in assists as well (2.8 per game) and outside shooting (46.2% on 2.2 attempts per game). And if he had to take better care of the ball, Purdue would reach a whole new level.

Prediction

Big Ten teams never looked good enough to have real chances in the tournament this year, and Purdue is no exception. Anything beyond the Sweet 16 would be stunning.

Video

Quote by Purdue Boilermakers #4

14/03/2017

Record 25-7

Sono tornati al vertice della Big Ten ma hanno perso l’occasione per vincere il torneo di conference dopo 8 anni di astinenza. L’eliminazione subita contro Michigan ha un po’ ridotto le ambizioni per i Boilermakers che comunque hanno messo insieme una stagione di tutto rispetto. Coach Matt Painter si è baciato i gomiti quando Caleb Swanigan ha deciso di tornare per il suo anno da sophomore per formare, assieme a Isaac Haas, una delle coppie di lunghi più temibili della Division I. Non male anche l’arrivo di Carsen Edwards, PG tascabile che ha avuto buon impatto al suo primo anno e ha contribuito a far girare bene l’ottimo attacco di Purdue (oltre 80 i punti segnati a partita) che è la terza squadra della nazione negli assist.

Giocatori da seguire

Tutto passa dalle mani dolci di “Biggie” Swanigan: se mister doppia-doppia (18.6 punti e 12.6 rimbalzi) non è al massimo, i Boilermakers non perdono solo peso in area e a rimbalzo ma anche un più che discreto facilitatore (2.8 assist) e un buon pizzico di pericolosità perimetrale (46.2% da tre con 2.2 tentativi a partita). Se oltre a far bene ciò a cui è più abituato riuscisse anche a contenere le palle perse (ben 3.4 di media), Purdue non potrebbe che trarne grandissimo giovamento.

Pronostico

Le squadre della Big Ten non danno l’impressione di poter andare molto lontano quest’anno e Purdue non fa eccezione: qualsiasi risultato superiore al raggiungimento delle Sweet 16 sarebbe a dir poco rimarchevole.

Video