Quote by FIBA vs NBA, regole a confronto

08/11/2019

Da sempre esistono amanti del basket made in USA e quelli che amano il basket europeo e non c’è modo di dirimere la questione se sia meglio l’NBA o l’Eurolega. Ma quando si parla di basket NBA e di basket FIBA, si va incontro non solo a diverse filosofie di gioco, ma anche a due regolamenti che hanno sì molti punti di contatto ma anche importanti differenze. In questo articolo le troverete tutte, senza dimenticare che esiste anche il mondo del college basket con il regolamento NCAA che ha delle caratteristiche tutte sue.

Misure del campo

Già dalle misure del campo da gioco ci sono differenze. I campi americani misurano 28.7 metri in lunghezza e 15.2 metri in larghezza. Quelli FIBA sono leggermente più piccoli, con una lunghezza di 28 metri e una larghezza di 15 metri. Anche l’arco dei tre punti è differente: in NBA non è omogeneo ed è a 7,24 metri frontalmente e a 6,70 metri lateralmente. Invece i campi FIBA hanno un arco omogeneo e la linea dei 3 punti è posta in qualunque zona del campo a 6,75 metri.

Tempi

Una partita NBA dura 8 minuti in più rispetto ad una partita FIBA. Nella lega statunitense le partite sono suddivise in quattro quarti da 12 minuti, mentre le regole FIBA prevedono quattro quarti da 10 minuti. Identici i 5 minuti di durata per gli over time.

Falli

Un giocatore NBA prima di essere allontanato definitivamente dal campo deve commettere 6 falli, negli altri campionati ne può commettere solo 5.

C’è una categoria di falli particolari, i più gravi, quelli considerati contrari all’etica sportiva. Anche su questa tipologia di falli ci sono differenze tra FIBA e NBA. Per la FIBA sono falli antisportivi, sanzionati tutti allo stesso modo: due tiri liberi (uno in caso di canestro valido nell’azione del fallo) e possesso per la squadra che lo subisce. Se un giocatore commette due antisportivi viene espulso.

In NBA esistono due tipologie di falli antisportivi, il Flagrant 1 uguale a quello FIBA. In più c’è il Flagrant 2, un fallo che l’arbitro giudica molto grave e che comporta l’immediato allontanamento del giocatore dal parquet. Inoltre, se un giocatore commette un Flagrant 2, la commissione disciplinare può intervenire e sanzionarlo con alcune partite di squalifica. Entrambi i flagrant vengono puniti con 2 tiri liberi e possesso.

3 secondi e possesso alternato

Una delle regole che caratterizza di più lo stile della pallacanestro Nba è quella dei 3 secondi che vale anche in difesa e non solo in attacco. E questo ovviamente ha implicazioni anche sulla difesa a zona, chè è sì ammessa nell’Nba ma un giocatore che difende non può restare in area per più di 3 secondi.

Per quanto riguarda le contese, le regole NBA prevedono la palla a due, come avviene a inizio partita, mentre il basket FIBA adotta il cosiddetto “possesso alternato”, metodo che prevede la rimessa in gioco del pallone alternativamente per le due squadre. C’è un’eccezione nel mondo Fiba ed è il regolamento dell‘Eurolega che è tornata alla palla a due.

Interferenza

Significativa anche la differenza sull’interferenza. In Nba quando la palla tocca il ferro e poi rimane nel cilindro immaginario sopra il canestro, nessun giocatore può toccarla. Per le regole Fiba, invece, la palla una volta toccato il ferro può essere rigiocata, sia dall’attaccante con un tap-in per segnare che da un difensore per spazzarla via.

Time-out

Ci sono differenze anche sui time-out. In Nba sono 7 per squadra durante i 48 minuti, possono essere chiamati anche dai giocatori e con la palla in gioco e durano tutti 75 secondi, dopo che è stata eliminata la differenza tra full timeouts (90 secondi) e 20-second timeouts (che erano di 60 secondi). Le regole Fiba consentono solamente all’allenatore di chiamare un time out (2 nel primo tempo, tre nel secondo).