Quote by James-Antetokounmpo, una poltrona per due

17/12/2019

La stagione Nba non è ancora arrivata al giro di boa, ma due squadre sono già in fuga. I Bucks ad Est e i Lakers ad Ovest continuano la loro marcia spedita alla conquista delle loro rispettive Conference. Naturalmente le due squadre sono guidate dai loro uomini simbolo: Giannis Antetokounmpo e LeBron James, che in settimana si sfideranno al Fiserv Forum. Provano a stare in scia i 76ers di Joel Embiid e i Clippers di Kawhi Leonard. Questa settimana da segnalare lo scatto degli Hornets che con 3 vittorie e 1 sconfitta stanno provando a rientrare nella corsa playoff.

Il tutto è sintetizzato nel quintetto della settimana, che tiene conto non solo dei valori assoluti espressi negli ultimi 7 giorni, ma anche di chi si è messo in particolare evidenza (leggi il quintetto della scorsa settimana).

Devonte’ Graham

Tre vittorie consecutive in settimana prima della sconfitta contro i Pacers. Gli Hornets provano a rientrare nella corsa playoff grazie a Devonte’ Graham, scelta numero 34 del Draft 2018. Nonostante la scarsa esperienza sta prendendo per mano la franchigia, e i 40 punti contro i Nets ne sono la dimostrazione, provando a raggiungere i playoff ad Est. Impresa difficile, ma non certo impossibile.

LeBron James

Un’altra settimana eccezionale per il “Prescelto”. Nelle 3 vittorie dei Lakers c’è la sua firma, numeri eccezionali – tripla doppia di media sfiorata – e giocate sensazionali applaudite anche dai tifosi avversari. Leadership e giocate a servizio della squadra, in attesa della sfida da sogno con Antetokounmpo. I playoff sono lontani, ma l’antipasto sarà sicuramente uno spettacolo.

Kawhi Leonard

La stagione regolare per Leonard è sempre un’attesa dei playoff, è in quelle partite che rende al meglio. I suoi allenatori, e Doc Rivers non fa eccezione, cercano di preservarlo. Ma la differenza tra quando è in campo e quando non c’è si vede. Si è notata la sua assenza nella sconfitta contro i Bulls, si è notata la sua presenza nelle vittorie contro i Raptors e i Timberwolves, contro cui ha prodotto una prestazione da 42 punti, 11 rimbalzi e 2 assist. Per vederlo a pieno servizio basterà attendere aprile, ma già a mezzo servizio è uno spettacolo.

Giannis Antetokounmpo

I Bucks girano a mille, e lui in questo periodo può “riposare”. La crescita del greco è impressionante, come lo sono i suoi numeri da 3. Nelle tre partite giocate in settimana, una l’ha saltata, ha preso 17 tiri da 3 trasformandone 7. Numeri che ad inizio stagione non erano immaginabili. Ancora male sui liberi, l’unico fondamentale da migliorare. In settimana a Milwaukee arriva LeBron James, per la sfida che tutti gli appassionati stanno aspettando e che potrebbe essere antipasto della Finals.

Joel Embiid

Dopo 3 vittorie consecutive in settimana, 5 totali, i 76ers sono stati sconfitti dai Nets. In quella partita Joel Embiid era assente, non un caso. Senza i suoi centimetri e la sua grinta Philadelphia è spuntata. E’ lui a prendere per mano la squadra. Punti, rimbalzi e assist, il centro è un giocatore completo e lo ha dimostrato anche questa settimana.