Home 9 Focus 9 March Madness, i pronostici di BN per le Sweet 16

March Madness, i pronostici di BN per le Sweet 16

Paolo Banchero e Mike Krzyzewski alle Sweet 16
Autore: Redazione BasketballNcaa
Data: 24 Mar, 2022

Favorite al loro posto, una Cinderella assoluta e totalmente impronosticabile, Blue Blood che risorgono e sorprese della stagione che si confermano alla March Madness. C’è di tutto tra le squadre che si andranno ad affrontare nelle Sweet 16: vi abbiamo raccontato qua come ci sono arrivate, ora proviamo a prevedere chi riuscirà a superare il turno e andare a giocarsi le Elite Eight.

Vediamo uno per uno i pronostici di Basketballncaa.com per le Sweet 16 seguendo il calendario (tutto con orari italiani)

WEST E SOUTH (notte tra giovedì e venerdì)

 

#1 Gonzaga – #4 Arkansas  (00.10)

Manuel Follis – KenPom dà favorita Gonzaga di 10 punti. Ma Arkansas con il suo gioco disorganizzato e imprevedibile potrebbe creare scompiglio. Dico Gonzaga ma al fotofinish.
Riccardo De Angelis – Solo una giornata particolarmente buona può tenere Arkansas in vita e, per di più, Gonzaga ha già passato per due volte un classico momento/bivio da numero 1 del tabellone, ovvero il svegliamoci-in-fretta-o-ci-buttano-fuori. Non si presenterà impreparata.
Raffaele Fante – Pochi dubbi, Gonzaga è la serena favorita contro una squadra che le è inferiore in tutti i reparti. JD Notae è forte, Drew Timme molto di più.
Paolo Mutarelli – Arkansas l’ha scampata due volte, non sa neanche lei come. Gonzaga l’ha scampata due volte, ma lei sa come. Drew Timme non vuole uscire da questo torneo.

#2 Villanova –  #11 Michigan (00.30)

MF – Il guaio per gli avversari con Michigan è che quando è in missione (e sembra lo sia), poi si inventa partite dal nulla. Il rischio c’è, ma resta favorita Villanova.
RDA – Poche squadre rimaste in corsa possono giocare con la leggerezza di Michigan. Inoltre coach Howard, quando serve, sa come correggere la rotta in uscita dagli spogliatoi. Sarà battaglia tesa e dico Villanova, perché non c’è squadra in giro che sappia gestire meglio i finali punto a punto.
RF – Atletismo e centimetri contro gioco ordinato e tiro da tre. Prendo Villanova ma non sarà per niente facile per i Wildcats a cui servirà una grande serata di tutti (e sei).
PM – Per battere Villanova servirebbe la partita perfetta di Michigan con Dickinson a dominare, Brooks e Jones in perfetto controllo e Houstan e Diabaté chirurgici. Potrebbe succedere, ma Villanova è la scelta sicura.

Collin Gillespie - Villanova

Collin Gillespie – Villanova

#2 Duke – #3 Texas Tech  (02.40)

MF – AJ Griffin ci sarà (ma non al top) e Duke non ha mai affrontato una squadra tosta come quella dei Red Raiders. Texas Tech potrebbe vincere grazie alla difesa.
RDA – Per quanto efficiente e piena di talento individuale, non so se Duke sarà in grado di venire del tutto a capo della difesa di Texas Tech. Mi aspetto una gara del riscatto da Adonis Arms: potrebbe essere un protagonista a sorpresa.
RF – Come si fermano Banchero e compagni? Con la difesa e quella di TT è la migliore della nazione. Ma non basterà: passa Duke perché ha troppo talento in più.
PM – É tutto l’anno che Texas Tech tiene le avversarie al minimo stagionale di punti dentro l’area e Duke ha bisogno di entrarci per creare anche i tiri da tre. Questa è la zona chiave della partita. Vince TT.

#1 Arizona – #5 Houston (03.00)

MF – Impronosticabile. Se Houston non stecca la partita (ogni tanto capita), sarà una gatta da pelare per i Wildcats. Ma Mathurin farà di nuovo la differenza per Arizona.
RDA – Nel mio bracket ho Arizona finalista, eppure ora non riesco a togliermi di dosso la sensazione che sarà Houston a vincerla. Due squadre allenate da dio, con due stili molto diversi ma entrambe capaci di creare parziali che ti mettono in ginocchio. Le non perfette condizioni di Kriisa potrebbero pesare per UA.
RF – La più incerta perché i Cougars nonostante le assenze pesanti sono diventati una credibile minaccia anche per una #1. Ben Mathurin però è in missione e passa Arizona.
PM – Fate una statua per il lavoro di Kelvin Sampson a Houston, ma Arizona sembra avere davvero troppe armi per non vincere questa partita.

Ben Mathurin - Arizona

Ben Mathurin – Arizona

EAST E MIDWEST (notte tra venerdì e sabato)

 

#3 Purdue – #15 Saint Peter’s (00.10)

MF – Non è immaginabile altro se non una mattanza di Saint Peter’s da parte di Purdue. Qualsiasi altro risultato sarebbe da leggenda.
RDA – Va bene, ok, ci siamo divertiti. Ora basta però: vince Purdue, forse pure dilagando.
RF – Saint Peter’s non ha un solo corpo da opporre in 1vs1 in nessuna zona del campo, ma è una squadra. Si divertiranno, anche perché non hanno niente da perdere. E poi passerà Purdue.
PM – Per marcare Zach Edey, KC Ndefo dovrebbe tenere sulle spalle Doug Edert. Purdue mette la freccia dopo dieci minuti e domina.

#1 Kansas – #4 Providence (00.30)

MF – La stagione dei Friars è stata convincente ma spesso anche fortunata. Kansas ha tutto quello che serve per regolare i conti e avanzare.
RDA – Altro caso in cui sono molto tentato di rimangiarmi i pronostici del mio bracket. Kansas è più… tutto. Ma Providence è rognosa quanto basta e fortunata oltre il tollerabile. Finisce coi Friars che allungano il viaggio al Torneo di un altro paio di giorni.
RF – Non voglio neanche pensare che una squadra orrenda come Providence possa andare ancora avanti. Kansas deve vincere – e anche di tanto – e riportare giustizia nel bracket.
PM – Kansas ha una strada spianata verso le Final Four, ma coach Self si è sempre incartato contro avversari non di primo pelo a marzo. Vince Kansas, ma occhio a Mr. Lucky Ed Cooley.

Ochai Agbaji - Kansas

Ochai Agbaji – Kansas

#4 UCLA – #8 North Carolina (02.40)

MF – Come starà Jaime Jaquez? Se è in forma vince UCLA, senza di lui o con lui a mezzo servizio i Bruins perdono troppo e rischiano ancora di più.
RDA – North Carolina ha fatto un figurone in entrambe le metà campo nelle precedenti due partite, ma UCLA ha un gruppo più abituato a grandi gare e maggiormente in grado di farti sudare con la propria difesa.
RF – Gran sfida tra due blue blood in forma, North Carolina sembra davvero vedere una vasca al posto del canestro e può battere anche una difesa tosta ed esperta come quella di UCLA.
PM – North Carolina ha trovato la forma nel momento giusto, ma UCLA sa rimanere aggrappata alle partite e ha esperienza di partita a marzo. Sul finale, vince UCLA.

#10 Miami – #11 Iowa State (03.00)

MF – Si può vincere facendo fare all’avversario un punto meno di te? Sì, ma non sempre. Miami potrebbe scardinare il fortino di Iowa State
RDA – Attacco contro difesa: in questo caso propendo per il primo. Miami ha già dimostrato di poter aggredire e gestire una partita con alta posta in palio, mentre Iowa State non ha mai fatto il salto di qualità necessario in attacco, affidandosi ad individualità buone ma troppo inaffidabili.
RF – Davvero due squadre improbabili arrivate qui contro ogni pronostico. Miami ha giocato una solidissima partita contro Auburn e ha senz’altro qualcosa in più dei Cyclones.
PM – Avrà la meglio la perfetta gestione del pallone di Miami o la difesa soffocante di Iowa State? Dico Iowa State per una maggiore abitudine a giocare partite complesse in Big 12.

Charlie Moore - Miami

Charlie Moore – Miami

Articoli correlati

Kansas batte North Carolina ed è campione Ncaa
Kansas Ncaa champion 2022

Partita eroica di Bacot, ma non basta a North Carolina. Kansas recupera 15 punti di svantaggio e vince il secondo Leggi tutto

March Madness, le pagelle dei primi due turni
RJ Davis - North Carolina

C'è parecchia ACC fra i voti alti ma le pagelle dei primi due turni non possono che avere in testa Leggi tutto

NIL e booster, il peggior incubo dell’Ncaa
Isaiah Wong - Miami

Agenti, booster e giocatori: con il NIL, i soldi hanno fatto il loro pubblico ingresso nell'Ncaa. Che però non ha Leggi tutto

Il futuro di Villanova dopo Jay Wright

Fra continuità e nuove svolte: le sfide da affrontare per Kyle Neptune ora che Jay Wright gli ha lasciato le Leggi tutto

Transfer Portal, la Top 10 dei giocatori sul mercato
Terrence Shannon - Texas Tech

Centinaia di nomi affollano già il transfer portal: quali sono i migliori? Ecco i nostri dieci preferiti fra chi cerca Leggi tutto