Quote by North Carolina Tar Heels #1

24/02/2017

Record 27-7

UNC lost seniors Marcus Paige and Brice Johnson after the heartbreaking loss in the Ncaa final last year and yet, Coach Roy Williams and his players were able to turn that negativity into a source of motivation. The Tar Heels are the 6th best offense in Division I (86.5 PPG) scored over 100 points 4 times and over 90 points 9 times. Beyond the numbers, the scary part is how fluid their offense looks. In the NC State game the Tar Heels executed at such a high level the game was virtually after 20 minutes (107-56 the final). If defense was as good as their offense, North Carolina would be the clear favorite to win it all. Beside defense, their focus seems to be erratic this season. Sometimes, for no obvious reason, the team is just off for long stretches of the game, allowing their opponents go on huge runs. It happened just that in the ACC semifinal against Duke, and the Tar Heels did not even try in a regular season against Miami. UNC is a great team, but there are question marks.

Key Players

Justin Jackson is the top scorer and MVP of the ACC and the most likely player to jump to the Nba, but saying he is the one player to focus on would be a stretch, because there really is none. It’s part of the system coach Williams implemented. Still, UNC has plenty of talent to watch, starting with PG Joel Berry II and Kennedy Meeks, Isaiah Hicks and freshman Tony Bradley in the frontcourt. The latter seems to be the only other player that might reach the Nba. Theo Pinson is back from an ankle injury and he is certainly worth keeping an eye on.

Prediction

The Elite Eight are the minimum goal for North Carolina, although a college like UNC must aim for the Final Four

Video

Quote by North Carolina Tar Heels #1

24/02/2017

Record 27-7

Gli addii dei graduati Marcus Paige e Brice Johnson, e soprattutto l’amaro in bocca per il titolo sfuggito lo scorso anno, sono sembrate essere delle ulteriori motivazioni per North Carolina. E così ripartire è stato meno traumatico per i ragazzi di coach Roy Williams. Stiamo pur sempre parlando del sesto attacco più prolifico dell’intera Division I con una media di 86.5 punti a referto. Statisticamente i Tar Heels hanno realizzato quattro volte oltre 100 punti e nove oltre 90. Ma oltre alle cifre, è la loro fluidità che il più delle volte devi affrontare a far mettere davvero paura. Basta chiedere a NC State spazzata via dopo neppure 20′ di gara (107-56 il finale). Se solo lo stesso potenziale offensivo fosse paragonabile a quello difensivo, allora non avremmo dubbi a puntare quel centesimo su North Carolina. Ma non è così. Oltretutto non è raro vedere i Tar Heels scollegare completamente la spina e imbarcare parziali irreali mettendo a rischio partite che sembrano già chiuse come nella semifinale del torneo della ACC persa contro Duke. O non scendere proprio in campo, come nella sconfitta rimediata contro Miami. Insomma, i più grandi dubbi sorgono dal punto di vista della concentrazione.

Giocatori da tenere d’occhio

In realtà non c’è un giocatore da osservare con maggiore attenzione. Escluso Justin Jackson, top-scorer, nominato mvp della ACC e atleta con più hype in ottica Nba, sono tante le bocche da fuoco di cui può disporre North Carolina. E questo proprio per via del sistema di gioco adottato da coach Williams. Volendo fare una cernita più dettagliata, non si potrà fare a meno di guardare con attenzione il play Joel Berry II e la batteria di lunghi composta da Kennedy Meeks, Isaiah Hicks e dal freshman Tony Bradley, il più chiacchierato sempre in vista del draft 2017. Attenzione a Theo Pinson che sembra aver messo da parte definitivamente l’infortunio alla caviglia.

Pronostico

Le Elite Eight sono un traguardo più che alla portata per questi Tar Heels. Anche se per il pedigree dell’ateneo la Final Four è sempre l’obiettivo primario.

Video