Quote by Top 25 – N. 17 – Ohio State

14/10/2019

La squadra

Ohio State è alla ricerca di stabilità dopo che, due anni fa, fu un’autentica sorpresa mentre nello scorso campionato ha fatto un (fisiologico) passo indietro. Se Michigan State è la favorita indiscussa della Big Ten, i Buckeyes hanno il potenziale adatto per diventare la sua antagonista principale. Nelle due stagioni con Chris Holtmann al timone, la squadra ha fatto della difesa il suo punto focale (pur soffrendo anche da questo punto di vista nella scorsa conference season) e le cose non sembrano destinate a cambiare nel futuro immediato, data la presenza di guardie e ali adatte per limitare gli avversari più perimetrali.

L’esperienza dei returning players (specie quella dei fratelli Kaleb e Andre Wesson) sarà ovviamente fondamentale, ma il trio di matricole in arrivo è ciò che potrebbe far svoltare un attacco apparso stantio dopo l’addio di Keita Bates-Diop. DJ Carton, EJ Liddell e Alonzo Gaffney (rispettivamente #35, #38 e #43 della ESPN 100) sembrano proprio in possesso del talento necessario per offrire un impatto immediato.

 

Starting Five

PG – DJ Carton – Fr, 2000, 188 cm
SG – Luther Muhammad – So, 1999, 191 cm
SF – Andre Wesson – Sr, 1998, 198 cm
PF – EJ Liddell – Fr, 2000, 198 cm
PF – Kaleb Wesson – Jr, 1999, 206 cm

Giocatori in evidenza

Kaleb Wesson (14.6 punti, 6.9 rimbalzi) è il go-to-guy di Ohio State e, non a caso, nella scorsa annata era nettamente primo in squadra per adjusted plus/minus (0.404, dati StatHouse). Centro undersize in ottica pro, al college fa valere il tonnellaggio per farsi spazio in area. Un po’ incostante, colpisce come il suo gioco stia evolvendo: è passato da un 4/14 da tre (28.6%) nel suo anno da freshman a un buon 26/75 (34.7%) in quello da sophomore.

 

Molto importante sarà l’apporto di CJ Walker, transfer da Florida State con due anni di eleggibilità rimasti. Buon difensore, giocatore di una certa fisicità per la sua taglia (185 cm d’altezza), in grado di trovare il canestro in più modi: potrebbe ricoprire il ruolo di PG titolare qualora Carton finisse per mostrare i tipici balbettii da freshman.

Curiosità

Ex stella dei Buckeyes e scelta numero 1 al Draft 2007, Greg Oden è tornato a Ohio State nel 2016 per riprendere il percorso di laurea lasciato in sospeso anni prima dopo la sua stagione da one-and-done. Ha ottenuto il diploma in Sport Industry lo scorso maggio mentre era impegnato anche nello staff di Holtmann in qualità di student manager.

Partite da seguire nel 2019

7 novembre: vs Cincinnati
14 novembre: vs Villanova
5 dicembre: @ North Carolina
21 dicembre: vs Kentucky