Home 9 Focus 9 #15 Arkansas | Preseason Top 25 | 2021-22

#15 Arkansas | Preseason Top 25 | 2021-22

Davonte Davis Arkansas
Autore: Andrea Mauri
Data: 27 Set, 2021

Roster

RTGIOCATOREPOSCMCLASSEANNOPTSREBAST
A1Chris Lykes (a Miami)G174Sr.199815.54.05.5
A2Davonte DavisG195So.20018.54.52.1
A3Au'Diese Toney (a Pittsburgh)G202Sr.199914.45.92.3
A4Stanley Umude (a South Dakota)G/F202Sr.199921.57.03.0
A5Jaylin WilliamsF208So.20023.74.70.8
B1JD NotaeG189Sr.199812.83.11.9
B2Khalen RobinsonG183So.20012.60.91.0
B3Trey Wade (a Wichita State)F201Sr.19986.35.31.5
B4Kamani Johnson (a Little Rock)F204Jr.199911.06.72.2
B5Connor VanoverF223Jr.19996.34.50.5
B6Chance MooreG198Fr.---
B7Jaxson Robinson (a Texas A&M)G201So.2.11.10.3
B8Lawson BlakeF208Fr.---
B9Cade Arbogast (a Lane cc.)G192So.20014.21.30.6

La squadra

Qualche addio importante e tante facce nuove provenienti da altri college. Arkansas si prepara così ad affrontare la nuova stagione con una sola, fondamentale, certezza: Eric Musselman alla sua guida. Reduce dalle Elite Eight della scorsa March Madness, il Muss Bus è già pronto a ripartire in quarta grazie al dominio messo in campo nel transfer portal grazie ad importanti aggiunte come Chris Lykes, Au’Diese Toney e Stanley Umude.

Il terzetto sopracitato sarà parte essenziale dei nuovi Razoerbacks: da loro tre dipenderà buona parte di un attacco bisognoso di punti dopo l’addio di Moses Moody. Con ogni probabilità saranno sin da subito parte del quintetto titolare: del resto, sono i giocatori con più esperienza del roster e il fit con Jaylin Smith e Davonte Davis sembra essere ottimo sulla carta. Tutti e cinque sono in grado di essere delle credibili minacce per la difesa avversaria, il che permette a Musselman di continuare ad attaccare seguendo il copione dello scorso anno: pochi isolamenti e tantissimo movimento lontano dalla palla.

Sesto uomo e go-to guy della squadra era e sarà anche quest’anno JD Notae. Il suo apporto dalla panchina è stato fondamentale e sarà ancora il leader della second unit di Arkansas assieme a Connor Vanover che, nonostante l’incredibile altezza, resta uno dei migliori tiratori della squadra, ed ad un’altra new entry: Kamani Johnson.

Da tenere d’occhio sarà la parte difensiva del gioco dei Razorbacks. Lo scorso anno, secondo KenPom, si sono imposti come la decima difesa della nazione per adjusted efficiency, ma la partenza di Smith costringe Musselman a ricominciare da capo in questa parte del campo. Idealmente, Trey Wade (transfer da Wichita State) e Kamani Johnson (da Little Rock) dovrebbero fornire un ottimo apporto difensivo, ma nessuno dei due possiede l’adattabilità che aveva Smith.

Insomma, quest’anno Arkansas sarà una minaccia molto più in attacco che in difesa, ma non aspettatevi un crollo in questo senso perché Musselman ci ha ormai abituato a saper plasmare un gruppo e a metterlo in campo nel miglior modo possibile. Il Muss Bus è pronto a ripartire alla grande.

Giocatori in evidenza

L’aggiunta più importante rispetto al roster dell’anno passato è sicuramente quella di Chris Lykes. In arrivo da Miami e dopo un infortunio che lo ha tenuto fermo per quasi tutta la scorsa annata, rappresenta la grande incognita dei Razorbacks. Dovesse evitare ricadute fastidiose, allora potrebbe essere la vera arma letale di Arkansas. L’altezza lo limita nell’attacco al ferro, ma dall’altro lato lo rende micidiale in uno-contro-uno grazie alla sua rapidità. Attenzione anche dall’arco perché nelle due partite giocate la scorsa stagione – sì, un campione ristrettissimo – ha messo insieme un 45.5%, segno che comunque è stato fatto un importante lavoro di miglioramento nel corso della penultima offseason (già nell’annata precedente, chiusa col 38.1%, c’erano stati progressi rispetto a quando era un underclassman).

Se Lykes è un’incognita, Davonte Davis deve essere la conferma. Nella scorsa stagione è stato il freshman che nessuno si aspettava. Arrivato con i gradi più bassi, si è preso il posto in squadra grazie al grande lavoro difensivo sulla palla e all’atletismo che contraddistingue il suo attacco al ferro. Dopo aver chiuso in crescendo il suo primo anno ai Razorbacks con punti sempre in doppia cifra in sei delle ultime sette partite giocate, è pronto a trasformarsi in una star del college basket. E chissà che a fine anno non ci sia poi l’Nba ad attenderlo.

Come detto, un altro elemento fondamentale sarà JD Notae. Al netto della sua partenza dalla panchina, che sarà confermata anche quest’anno, il senior è stato quello con la maggior percentuale di usage (28% di possession used) nella passata stagione affermandosi come il giocatore a cui passare la palla quando scotta. Ha chiuso la scorsa stagione in calando, ma resta una parte fondamentale dell’attacco di Musselman.

SEC Power Ranking

FASCIA 1
1. Kentucky
2. Alabama
3. Arkansas
FASCIA 2
4. Auburn
5. Tennessee
6. LSU
7. Florida
8. Mississippi State
FASCIA 3
9. Ole Miss
10. Missouri
FASCIA 4
11. Vanderbilt
12. Texas A&M
13. South Carolina
14. Georgia

>>> LE SQUADRE DELLA TOP 25 <<<

Articoli correlati

Arkansas, mina vagante che non ti aspetti
BasketballNcaa - Arkansas basketball

Arkansas ha preso il volo nell'ultimo mese. Nove vittorie di fila, successi pesanti e freshmen sottovalutati per la vera mina Leggi tutto

Arkansas Razorbacks #8

Squadra esperta che predilige l'attacco alla difesa, guidata da un trio di guardie e un lungo two-way come Kingley. Basterà Leggi tutto

South – Oral Roberts Cinderella, Baylor trova Nova
Oral Roberts

Oral Roberts batte anche Florida e continua la sua corsa. Esce North Texas contro una Villanova in grande forma che Leggi tutto

MM 2021 | #3 Arkansas Razorbacks

Esplosa nella seconda parte di stagione, Arkansas si presenta alla March Madness con il titolo di "Sfascia-Bracket"

Cade Cunningham l’eroe e Mady Sissoko il villain
Cade Cunningham OSU at Oklahoma

Nelle nostre pagelle, due modi molto diversi di menare l'avversario: quello bello di Cade Cunningham e quello censurabile di Mady Leggi tutto