Home 9 Approfondimenti 9 Da 0 a 96, i numeri degli italiani in NCAA

Da 0 a 96, i numeri degli italiani in NCAA

Autore: Riccardo De Angelis
Data: 6 Dic, 2019

Passiamo in rassegna il primo mese degli italiani in NCAA attraverso le loro statistiche e qualche curiosità legata ai loro numeri.

 

0

I minuti giocati da Mattia Acunzo finora. Prima di farlo esordire, Toledo aspetta che il freshman si rimetta in pari coi suoi compagni in quanto a condizione fisica.

1

Il numero di derby italiani andati in scena finora, ovvero quello in cui Elon (Federico Poser, 2 punti, 2 rimbalzi, 1 stoppata in 19′) ha strapazzato Kennesaw State (Pietro Agostini, 3 rimbalzi in 13′).

3

Gli italiani che superano il 40% da tre, contando solo quelli con più di un tentativo dall’arco a partita: Erik Czumbel (47.1%, 8/17 in totale), Davide Moretti (43.9%, 18/41) e Nico Mannion (43.2%, 16/37).

È anche il numero di vittorie consecutive (striscia aperta) della Seattle di Mattia Da Campo, che aveva iniziato la stagione perdendo le prime cinque gare (tre in trasferta) contro avversarie di D-I.

5

Il numero di doppie-doppie azzurre fin qui. Due di Guglielmo Caruso (15+10 con Cal Poly, 22+10 con Washington State), una a testa per Alessandro Lever (19+10 con Fordham), Ethan Esposito (12+10 contro UC Davis) e Nico Mannion (16+11 con Pepperdine). Tutte per punti e rimbalzi tranne quella di Red Mamba (punti e assist).

È anche il numero d’italiani in doppia cifra realizzativa di media dopo il primo mese di partite.

6.3

Le carambole a partita di Ethan Esposito, miglior rimbalzista fra gli italiani anche in quanto a DR% (24.8, terzo nella Big Sky).

8

Il numero di ventelli segnati dagli italiani in NCAA, tre a testa per Alessandro Lever e Nico Mannion, uno per Guglielmo Caruso e Davide Moretti.

9

I minuti che sono bastati a Thomas Binelli per segnare 12 punti (4/6 da tre) nel suo esordio in D-I contro Valparaiso. Il figlio d’arte aveva saltato le prime settimane di stagione a causa di un’infortunio alla caviglia.

 

14.3

La percentuale dall’arco di Tomas Woldetensae (3 su 21 da tre in totale). Il giocatore di Virginia si era costruito una fama da cecchino al junior college ma ha faticato nel trovare il suo ritmo in questo primo scorcio di stagione.

25.8

I minuti di media di Erik Czumbel nelle ultime 4 partite con UTSA. Il freshman ha conquistato un posto da starter dopo aver giocato 8.8 minuti di media nelle prime 4 gare.

33.1

L’Assist Rate di Nico Mannion, il secondo più alto fra i giocatori della Pac-12. Coi suoi 5.8 assist a partita, Mannion è primo fra gli europei (il norvegese Harald Frey è appena sceso a 5.7 di media).

62

I secondi al termine di Saint Mary’s-Winthrop quando Micheal Anumba ha segnato la tripla del +5, fondamentale per garantire l’upset degli Eagles (61-59).

 

74.4

La percentuale da due punti di Guglielmo Caruso, #21 in D-I (#9 però se consideriamo solo i giocatori con 40 e più tiri tentati in totale).

96.0

La percentuale ai liberi di Davide Moretti, la sesta più alta al momento in tutta la D-I. Ci sono volute otto partite perché si vedesse il primo libero sbagliato dal Moro quest’anno (24 su 25 il suo totale fin qui).

Articoli correlati

Gallinari migliora, Mannion emerge: gli italiani in NBA

Nella nuova puntata di We Got Game, abbiamo fatto il punto della stagione degli italiani: Gallinari migliora, Mannion emerge e Leggi tutto

Draft NBA: Edwards #1, Nico Mannion solo #48
Anthony Edwards Georgia Draft

Edwards è la prima scelta e Nico Mannion è stato preso da GSW insieme a James Wiseman. Il nostro commento Leggi tutto

Super Mock Draft NBA, Vassell nella Top 10
Super Mock Draft NBA || Basketball NCAA

La notte del Barclays si avvicina ed è tempo di aggiornare il nostro Super Mock Draft NBA. Tante posizioni sono Leggi tutto

Cos’è successo nella prima settimana della Bolla Nba

Nuova puntata di We Got Game, in cui parliamo dei principali momenti della prima settimana nella Bolla Nba. Spoiler: parliamo Leggi tutto

Draft, Mannion ai piedi della lottery
Nico Mannion Arizona Draft

Entriamo nella lottery del Super Mock Draft NBA. Qui compaiono l'italiano Nico Mannion ma anche tante potenziali sorprese.