Quote by Nico Mannion, la stagione partita per partita

In una stagione ricca d’interesse per gli italiani del college basketball (Davide Moretti leader di Texas Tech, per citarne uno), Nico Mannion è l’azzurro che ha davvero gli occhi di tutti puntati addosso, scout NBA in primis.

Se non volete perdervi nulla della sua stagione con Arizona, fareste bene a tenere questo link nei preferiti. Si tratta infatti di una pagina che aggiorneremo partita dopo partita coi video di tutte le sue migliori azioni e tante altre informazioni sul nostro caro Ginja Ninja. Insomma, una sorta di diario di bordo della sua avventura NCAA.

 

10/11 – vs Illinois

23 PTS (9/15 FG, 4/6 FT), 4 REB, 9 AST, 2 STL in 33 MIN

“Nico Mannion is not lacking for confidence” dice il telecronista e, tre secondi dopo, Nico prende una tripla da dieci metri. Sbagliata, ma son giusto dettagli quando poi finisci per essere il top scorer (vicino alla doppia-doppia) di una gara intensa e vinta in maniera convincente (90-69) contro un avversario temibile.

Arizona comincia a far vedere un bel volto fatto di velocità, talento e atletismo. Mannion, da par suo, ci mette questo e altro, dal feel naturale nell’innescare i compagni alla volontà di non cedere nulla psicologicamente già dai primi minuti (vedi le storie tese con Trent Frazier). È difficile non rimanere impressionati dalla naturalezza con la quale Nico alterna iniziative da scorer (qui letale col floater e in arresto-e-tiro) ad abilità di regia, specie se a queste si sommano dei piccoli segnali, sparsi qui e là nella partita, in ambiti altri da quelli famosi nel suo repertorio (attenzione difensiva sul lato debole, reattività in aiuto).

 

6/11 – vs Northern Arizona

9 PTS (2/6 FG, 4/4 FT), 4 AST in 25 MIN

Del debutto di Nico Mannion e di Arizona abbiamo parlato in maniera estesa qui. Una partita in cui non ha di certo fatto fuoco e fiamme ma nella quale, al netto di un paio di passaggi a vuoto difensivi, ha mostrato un playmaking solido (una sola persa) con alcune iniziative da passatore che ne denotano sia la creatività, sia un feeling in costruzione coi nuovi compagni.

 

1/11 – vs Chico State (amichevole)

10 PTS (3/11 FG, 3/6 FT), 5 REB, 6 AST, 5 TO in 31 MIN

Vittoria per 74-65 in un exhibition game dove Arizona ha dimostrato di aver molta della classica ruggine d’inizio stagione. Tanti meccanismi vanno oliati, ma Mannion (uno dei quattro Wildcat in doppia cifra) ha comunque mostrato molteplici buoni spunti in regia – al netto delle palle perse – e coach Sean Miller non è lontanamente preoccupato dalle percentuali basse al tiro di questa sua uscita (“Nico is a tremendous shooter, as we know, that will go in”, ha detto in sala stampa rispondendo a un giornalista).