Quote by Michigan Wolverines #7

14/03/2017

Record 23-11

Stagione soddisfacente per i Wolverines di coach John Beilein che possono dire di ritornare al torneo Ncaa meritatamente. Il cammino di Michigan ha visto degli up and down ma ha anche dimostrato che il roster è di tutto rispetto. La buona fase di non-conference stava per essere buttata all’aria con l’inizio della Big 10 dove hanno perso tre sconfitte su quattro partite ma il torneo della Big Ten vinto con il seed n.8 ha tolto ogni dubbio. Il punto debole di Michigan è di sicuro l’area, dove agisce l’ala tedesca Moritz Wagner che rende centimetri e chili agli avversari. Di conseguenza coach Beilein cerca di far giocare la propria squadra con una difesa dura nella propria metà campo in maniera tale da recuperare palla e partire in contropiede. E quando i punti non possono arrivare in transizione, si bombarda il canestro dall’arco dei tre punti con cinque fuori. In alcune gare si è toccato il 50-55% – citofonare Indiana o Michigan State – dalla lunga distanza. E allora per qualsiasi rivale son guai.

Giocatori da tenere d’occhio

Lo abbiamo già nominato, ovvero Moritz Wagner rappresenta il miglior prospetto di questi Wolverines. Tedesco al suo secondo anno, è stato lanciato in quintetto ed è passato da 8 a 24′ con una produzione offensiva da 3 a 12 col 42% da tre punti e 4 rimbalzi. Da qui a dire che possa aspirare all’Nba ne deve passare di acqua sotto i ponti, ma ha anche ampi margini di crescita. Derrick Walton Jr. è il regista e secondo terminale, giocatore senior e con maggiore esperienza dal quale si va nei momenti di difficoltà. Non si può non nominate Duncan Robinson, un’ala che però con la vernice non ha nulla a che vedere nonostante la combinazione di nome e cognome. In compenso tira con il 41.6% da tre e sembra avere il sangue freddo come un rettile. Attenzione infine a D.J. Wilson, altra ala dalla mano dolce.

Pronostico

Arrivare al torneo è già una soddisfazione. Per Michigan il grande potrebbe essere già stato fatto. Ma almeno una vittoria vorrà strapparla, e allora il second round è un obiettivo plausibile.

Video

Quote by Michigan Wolverines #7

14/03/2017

Record 23-11

It was a good season overall for the Wolverines, who certainly deserved a spot in the tournament. The non-conference schedule marked a good start, but 3 losses in the first 4 games of the Big 10 could have compromised that first part. A win in the Big Ten tournament, starting from 8th seed, solved any issues that had come up in the previous months. Michigan’s weak spot is in the paint, where Moritz Wagner is losing in size and height to pretty much anyone and forces coach Beilein to play an aggressive style of perimeter defense and stress fastbreaks and transition scoring. When this strategy is not viable, the alternative is to have 5 shooters on the floor and rain three-pointers on their opponents. That led to a few impressive performances, (50% to 55% from beyond the arc) against Indiana and Michigan State.

Key Players

Moritz Wagner is the best prospect on the Wolverines. The German is in his second year and went from 8 to 24 minutes per game while averaging 12 points per game and 42% from behind the arc. He might not be Nba material, but there is plenty of room to grow. Senior Derrick William Jr is the floor general and second best scorer for the team. Duncan Robinson is worth a note here, since he is shooting 41.6% from behind the arc and he seems to be a cold blooded killer on the floor.

Prediction

A presence in the tournament is already a win, but there is room to reach the second round.

Video