Home 9 Focus 9 Holmgren, Banchero e gli altri: Preseason Top 10 dei freshmen

Holmgren, Banchero e gli altri: Preseason Top 10 dei freshmen

Chet Holmgren
Autore: Paolo Mutarelli
Data: 1 Ott, 2021

Non è troppo spesso centrale nella costruzione di una squadra da titolo, ma il freshman conserva tutto il suo appeal in ottica Draft e, fra le varie cose, è fondamentale per l’esposizione mediatica della squadra in cui gioca. Alcuni sono in formazioni di alto livello, come Holmgren e Banchero, altri in mid-major, come Baldwin Jr. Oggi dedichiamo a loro la prima di una serie di Top 10 riservate ai protagonisti annunciati della stagione 2021-22.

 

1. Chet Holmgren

Gonzaga – C – 213 cm, 88 kg
247Sports #1Espn #1

L’ex compagno di Jalen Suggs a Minnehaha Academy è cresciuto tutto di un colpo in un’estate e, per questo, unisce uno skillset da guardia ad un corpo ancora scheletrico. Non solo fa valere i suoi centimetri sotto canestro, ma esce dai blocchi, tira benissimo da tre e fa volare in difensori in aiuto o attacca il ferro dal palleggio in crossover. In difesa la sua lunghezza è un incubo per gli avversari e la sua mobilità potrebbe rendere i suoi closeout temibili. A Gonzaga, Holmgren comporrà un frontcourt micidiale e tutto da scoprire con un potenziale National Player of the Year come Drew Timme e a noi, questo, fa già impazzire.

2. Paolo Banchero

Duke – PF – 210 cm, 100 kg
247Sports #2Espn #4 

Il più forte prospetto italiano dal 2007 a oggi, più l’ultimo ballo di Coach K: se aggiungiamo anche il fatto che Banchero è stato accostato più volte alla #1 del prossimo Draft, ci troviamo di fronte ad una delle storie dell’anno, non solo per noi italiani. Prospetto versatile capace di giocare sia palla in mano, grazie ad un ball handling di livello, sia lontano dalla palla, grazie a stazza e intelligenza. Fisico impressionante che viene portato a spasso con disinvoltura e ha già impressionato tutto l’ambiente di Duke, il quale ha speso solo belle parole per lui. Il suo compagno Wendell Moore, ad esempio, ha detto: “Di talento del genere, ne nasce uno ogni generazione”.

3. Emoni Bates

Memphis – SF – 206 cm, 91 kg
247Sports #5Espn #3

Se fosse eleggibile per il Draft 2022, l’idea di schierarlo da point guard sarebbe estremamente rischiosa: è infatti sulla bocca di tutti da molto tempo per via della sua irreale capacità di fulminare qualsiasi difensore con una tripla da nove metri dal rilascio velocissimo, senza mostrare qualche bagliore di visione di gioco. Ma, essendo Bates eleggibile soltanto per il Draft 2023, il coaching staff di Memphis potrebbe permettersi di farlo crescere e renderlo un’arma totale. Al momento è già uno scorer devastante di 206 cm distribuiti su un corpo leggero che deve ancora capire come giocare in un attacco organizzato, ma che è più avanti di quanto ci si potesse immaginare a livello difensivo e di intangibles.

4. Jalen Duren

Memphis – C – 210 cm, 100 kg
247Sports #4Espn #7

Ecco, se Bates deve ancora lavorare sil fisico, da quel punto di vista Jalen Duren potrebbe avere già dei minuti Nba. Il centro di Memphis è pieno di muscoli guizzanti che gli permettono di avere un gioco già ben formato nei pressi del canestro. Forza, atletismo e istinto per la stoppata sono il punto forte di Duren, ai quali aggiunge coordinazione, controllo del corpo e rapidità di piedi essenziali per essere un lungo moderno. Non disdegna il tiro da tre, anzi lo prende con fiducia grazie ad una meccanica che non s’inceppa, e ha mostrato anche dei lampi in fase di creazione per i compagni. Penny Hardaway ha fatto jackpot, ma saprà usare il suo duo?

5. Jabari Smith

Auburn – PF – 208 cm, 100 kg
247Sports #6Espn #6

Auburn prova a rilanciarsi dopo un anno sfortunato con il talento di Jabari Smith, prospetto più quotato mai reclutato nella storia dei Tigers. Ha le potenzialità per diventare un giocatore totale, ma la strada è ancora lunga. Fluidità nei movimenti e nella corsa, rilascio della palla a vette inaccessibili a molti e difesa del ferro sono già ad alti livelli. La coppia che formerà nel frontcourt con Walker Kessler potrebbe essere un rebus complicato da risolvere. Da capire se può essere una prima opzione offensiva e se la sua versatilità in difesa si può riproporre anche in Ncaa.

6. Caleb Houstan

Michigan – G – 203 cm, 93 kg
247Sports #14 –  Espn #8

Il canadese era il gioiello della migliore classe di reclutamento della nazione, prima che Bates e Duren decidessero di far diventare Memphis una squadra interessante. Houstan è uno scorer di razza, completo con un tiro da tre ad alte percentuali scagliato anche da distanze siderali. Dotato di un ball handling funzionale alle rare volte che mette il pallone per terra in transizione o per attaccare il closeout. In difesa sa usare tutta la sua rapidità e intelligenza. Tende a cercare spesso la rubata sulla linea di passaggio, aprendo così voragini in difesa, e fisicamente c’è ancora molto da fare, ma ha trascinato quest’estate il Canada al bronzo nel Mondiale U19. 

7. Pat Baldwin Jr.

Milwaukee – PF – 206 cm, 100 kg
247Sports #7Espn #5

Ha rifiutato Duke per salvare il lavoro al padre, ora Baldwin Jr. sarà la stella che attirerà le attenzioni dei media e degli scout in un’interessante mid-major come Milwaukee. Giocatore completo costretto a fare la riserva a Holmgren e il coltellino svizzero dalla panchina nell’ultima versione di Team USA ai Mondiali U19, dove si è reso utile anche senza avere il pallone in mano. Baldwin è però capace di segnare un po’ dappertutto e ha un fisico sviluppato che gli permette di non soffrire sotto canestro. Il suo QI e le sue capacità di playmaking lo rendono già un giocatore di sistema, ma con un discreto upside per alzare il livello.

8. Kennedy Chandler

Tennessee – PG – 183 cm, 78 kg
247Sports #10Espn #10

La direzione che prenderà la stagione di Tennessee dipenderà dal fatto se l’attacco prenderà o meno la forma voluta da Kennedy Chandler. Il mini playmaker ha deciso di tornare a casa dopo un anno nel Kansas e dovrà imprimere una svolta all’attacco spesso asfittico dei Vols. Primo passo fulmineo e capacità di pescare i compagni in ogni modo sono le prime caratteristiche balzano all’occhio, ma Chandler è anche un discreto tiratore da tre e un difensore molto appiccicoso dalle mani veloci. Sembra però patire abbastanza la fisicità degli avversari (vedi la finale U19 contro la Francia), cosa che non gli permette di essere a suo agio in area.

9. TyTy Washington

Kentucky – PG – 190 cm, 86 kg
247Sports #19Espn #14

Doveva andare a Creighton, ma poi Coach Cal è andato a bussare alla sua porte. Nel Revenge Tour di John Calipari (molti transfer e tanta esperienza), ci sarà spazio anche per TyTy Washington, playmaker dalle braccia lunghissime che domina le partite dal pick and roll. Creativo al ferro con un repertorio imprevedibile che va dal floater all’eurostep, fino a spingersi sul perimetro con la tripla in step back, senza trascurare i compagni. Può giocare con un altro playmaker (come Sahvir Wheeler) o con un scorer da imbeccare (come Kellan Grady) e potrebbe avere una crescita repentina sia all’interno delle gerarchie di UK, sia in quanto a stock al Draft come un altro prospetto Wildcats, Shai Gilgeous Alexander.

10. J.D. Davison

Alabama – PG – 191 cm, 88 kg
247Sports #16 Espn #15

Prospetto da plasmare e pronto a esplodere tra le mani di Nate Oats. Si esalta in transizione, ma la sua velocità, unita ad controllo del corpo che lo rende elusivo e sgusciante, crea spazi anche quando parte da fermo a difesa schierata. Non è solo veloce: è anche forte fisicamente e questo gli permette di andare al ferro senza paura e ha già sviluppato un floater interessante per evitare i contatti. Non gli è mai servito sviluppare un jumper, ma all’high school ha segnato un paio di buzzer dall’arco. Preparatevi a schiacciate impressionanti e spettacolo in campo aperto: vedremo spesso i suoi capelli afro nella Top 10 di SportsCenter .

Articoli correlati

Paolo Banchero, il marziano che fa sognare l’Italia
Paolo Banchero

Fenomeno in attacco e in difesa, sembra non avere difetti. Paolo Banchero è la nuova stella di Duke e (si Leggi tutto

Duke e coach K in cerca di rapido riscatto
BasketballNcaa - Duke e Coach K

Nuova puntata di March Madness: come sarà la Duke del 2021-22? Paolo Banchero, alcuni ritorni e il futuro di coach Leggi tutto

Da Stefanini a Del Cadia: le ultime sugli italiani

Nuova puntata di March Madness: tutti i movimenti degli italiani. Da Stefanini a Del Cadia, passando per Acunzo, Binelli e Leggi tutto

Banchero a Duke, è la scelta giusta?
Paolo Banchero

Centesima puntata del nostro podcast, in cui analizziamo l'arrivo del nostro Paolo Banchero a Duke. E' stata la scelta giusta?

Chandler a Tennessee e le bolle dell’Ncaa
Basketball Ncaa - Kennedy Chandler

Nuova puntata di March Madness, in cui parliamo dell'arrivo di Kennedy Chandler a Tennessee e delle decisioni sulla prossima stagione.