Quote by Top 25 – N. 12 – Virginia

19/10/2019

La squadra

Negli ultimi due anni Virginia ha rappresentato LA storia del college basketball. Nel 2018 perché è stata la prima testa di serie n.1 del Torneo a essere eliminata al primo turno, nel 2019 perché ha vinto il titolo Ncaa. Insomma, è una di quelle squadre da tenere sempre d’occhio. Per questo, nonostante siano andati in Nba tre giocatori (Jerome, Guy e Hunter) che rappresentavano l’85% della produzione offensiva del team, i Cavaliers sono considerati ancora una formazione da Top 25.

Il leader designato sarà il senior Mamadi Diakite, giocatore versatile che difensivamente copre quasi cinque ruoli e cui sarà affidato il compito d’istruire i nuovi arrivati. In campo, coach Tony Bennett schiererà invece la storica ed efficacissima pack-line defense, che da anni posiziona Virginia tra le migliori squadre difensive della lega. L’altro “veterano” è l’altro senior, Braxton Key, mentre ci sarà grande attesa per i due innesti nel ruolo di guardia, il top freshman Casey Morsell ma soprattutto l’italiano Tomas Woldetensae.

Tomas Woldetensae

Tomas Woldetensae

Starting Five

PG – Kihei Clark – So, 2000, 174 cm
SG – Casey Morsell – Fr, 2001, 190 cm
SF – Braxton Key – Sr, 1997, 203 cm
PF – Mamadi Diakite – Sr, 1997, 205 cm
C – Jay Huff – Jr, 1997, 216 cm

Giocatori in evidenza

Per motivi “patriottici”, il giocatore che più seguiremo dall’Italia sarà Tomas Woldetensae, di cui vi abbiamo già raccontato molto, chiamato a dimostrare le sue doti anche in un programma blasonato e di alto livello come quello di Virginia. I compagni in allenamento per ora sono rimasti colpiti dalla sua abilità nel tiro da fuori e l’obiettivo sarà farsi spazio in quintetto “ai danni” del freshman Morsell. Lo stesso Morsell, va detto, è una guardia che sotto le cure di coach Tony Bennett potrebbe entrare nel mirino degli scout Nba.

La star della squadra sarà comunque Mamadi Diakite, l’eroe della Elite Eight con Purdue. Già adocchiato dai professionisti per la sua versatilità (una caratteristica tipica delle ali dei Cavaliers), dovrà però dimostrare consistenza nel tiro da fuori (5/17 da tre l’anno scorso) per fare davvero la differenza.

 

Curiosità

In teoria avrebbe dovuto esserci un altro italiano nel roster, ossia Francesco Badocchi, che però ha deciso di lasciare la squadra.

Ogni anno a inizio stagione, la squadra dà vita a un’amichevole interna cui fa da antipasto uno scrimmage della squadra femminile che affronta una practice squad tutta al maschile (qui gli HL del 2019).

Negli ultimi sei anni Virginia è sempre stata nella Top 10 dell’efficienza difensiva (AdjD) di KenPom, ma nelle ultime tre stagioni è stata anche fra le ultimissime su 353 squadre per ritmo di gioco (AdjT). In sostanza, i suoi attacchi arrivano quasi sempre allo scadere dei 30 secondi.

I numeri di Virginia su KenPom nelle ultime tre annate

Partite da seguire nel 2019

6 novembre: @ Syracuse (ACC opener)
23-24 novembre: HOF Tip-Off
4 dicembre: @ Purdue
7 dicembre: vs North Carolina (ACC)