Quote by Una statua per Coffey, problemi per Pitino

Molti coach sulla graticola, Trice e Coffey on fire, ecco cosa sta succedendo nella Big Ten

L’arma segreta di Wisconsin

Che Ethan Happ sia un fenomeno l’abbiamo detto ormai fino alla nausea. Al momento però l’arma in più di Wisconsin è D’Mitrik Trice che non accenna a fermarsi. Nelle ultime 5 partite siamo a 17/25 da 3 punti, più del 68%. Percentuali irreali e i Badgers che si candidano a seconda forza della Big Ten.

Rutgers non ci siamo

Coach Steve Pinkiell nei suoi primi due anni alla guida di Rutgers non è mai riuscito a vincere più di 3 partite a stagione nella Big Ten. La partenza di quest’anno non è stata delle migliori (0-2), eppure la squadra aveva dato qualche timido segnale di miglioramento. Per ora diciamo che si può dare la colpa al calendario difficile.

Prendete nota

Forse sarà il caso di mettere sul taccuino il nome del junior Isaiah Roby. Già l’anno scorso un po’ snobbato, ingiustamente il ragazzo è un vero tuttofare per Nebraska: difesa (marchio di fabbrica) quindi palle recuperate, ma anche punti, rimbalzi e assist. Se i Cornhuskers si sono rimessi sulla mappa del college basketball è anche merito suo.

 

Fategli un monumento

Amir Coffey ne ha segnati 32, molti dei quali cruciali nel finale della partita vinta in rimonta da Minnesota su Nebraska. Lui deve girare, deve segnare, non si deve distrarre. Se no per i suoi son dolori. Soprattutto in una stagione in cui Jordan Murphy, pur confermandosi colonna portante di Minnesota, è tornato su numeri e prestazioni “umane”, rispetto a quelle talvolta mostruose per efficienza della scorsa stagione.

 

Un altro Pitino in crisi

Partenza 7-2 per i Golden Gophers. Tutto bene? Così così. Nonostante i risultati al momento non possano definirsi deludenti continuano le voci secondo cui Richard Pitino, coach di Minnesota, sia in bilico. In più, il licenziamento di Fred Hoiberg (ex Iowa State) dalla panchina dei Chicago Bulls ha riacceso le indiscrezioni sul fatto che potrebbe essere il prossimo allenatore dei Gophers.

Fischi a causa di fiaschi

È finita nei fischi (alcuni a causa di discusse decisioni arbitrali, ma non solo) la partita di Illinois, persa in casa contro Ohio State. Sono tempi duri per coach Brad Underwood. La squadra è il fanalino di coda della Big Ten e con il record 2-7 è alla peggiore partenza da 15 anni a questa parte.

Le altre

Michigan: resta la squadra più in forma della Ncaa: 9 vittorie e 0 sconfitte.

Michigan State: la stagione in conference è partita 2-0, sempre a guida Cassius Winston e Nick Ward

Ohio State: gioca sempre meglio di quanto ci si aspetti

Indiana: due vittorie importanti ma entrambe sofferte. Ah, il jumper della vittoria contro Northwestern l’ha segnato Romeo Langford

Maryland e Purdue: attese alla grande sfida diretta per definire un primo giudizio

Penn State: buon gioco ma risultati che non sono arrivati

Iowa: quotazioni in calo, ma era più sorprendente la partenza a razzo