Home 9 Focus 9 #9 Michigan | Preseason Top 25 | 2021-22

#9 Michigan | Preseason Top 25 | 2021-22

Basketballncaa - Hunter Dickinson - Michigan
Autore: Manuel Follis
Data: 12 Ott, 2021

Roster

RTGIOCATOREPOSCMCLASSEANNOPTSREBAST
A1DeVante Jones (a Coastal Carolina)PG1851998Sr. +19.37.22.9
A2Eli BrooksG1851998Sr. +9.53.13.1
A3Caleb HoustanG/SF2032003Fr.---
A4Brandon Johns JrPF2031999Sr.4.92.30.5
A5Hunter DickinsonC2162000So.14.17.40.9
B1Moussa DiabatePF/C2112002Fr.---
B2Kobe BufkinG1932003Fr.---
B3Frankie CollinsPG1852002Fr.---
B4Isaiah BarnesSF2002003Fr.---
B5Terrance WilliamsSF2012000So.1.92.20.4
B6Zeb JacksonG/SF1962001So.1.00.80.4

La squadra

Dopo il primo anno di Juwan Howard sulla panchina di Michigan, quando l’allenatore aveva ereditato una squadra assemblata dal mitico John Beilein, la scorsa stagione era considerata il vero banco di prova per il coach: è finita che i Wolverines hanno disputato un grande campionato, finendo in testa alla Big Ten e rimanendo fuori dalla Final Four per un soffio, perdendo di due punti contro la sorpresa UCLA. Non a caso Howard ha vinto il premio di Coach of the Year. Il compito della stagione che sta per iniziare però, se possibile, sarà ancora più complesso.

Intanto, sono tre anni che la point guard titolare di Michigan cambia. L’anno scorso Mike Smith ha sostituito Zavier Simpson ed è andata meglio di quanto chiunque si aspettasse. Quest’anno arriva DeVante Jones, transfer da Coastal Carolina e giocatore dell’anno nella Sun Belt. Sulla carta, si tratta di un upgrade che porta esperienza, punti e leadership. Ma la chimica con le PG è sempre delicata. Altro super senior sarà la probabile guardia titolare Eli Brooks, un tuttofare più efficiente che appariscente che di solito, come minimo, mette in campo difesa e conoscenza del gioco.

Insieme a loro c’è un solo vero altro veterano, ossia Brandon Johns, ala grande che ogni tanto ha mostrato sprazzi di talento ma che litiga con la continuità da quando è al college. Dietro loro tre ci sarà una folta truppa di giovanissimi super talentuosi. Il più esperto, ed è tutto dire, sarà il sophomore Hunter Dickinson, grande sorpresa della scorsa stagione e probabile perno dell’attacco di Michigan, non solo per i punti che porta ma anche per le sue capacità d’innescare i compagni e vedere il gioco quando viene servito in post basso.

Poi ci sono i nuovi arrivati. Non si tratta di freshmen qualunque, ma della migliore recruiting class dei Wolverines dai tempi dei Fab Five (e uno di quei “fabulous” era proprio coach Juwan Howard) e della seconda migliore pattuglia di nuovi atleti dietro a quella di Memphis. Segnatevi il nome di Caleb Houstan. Qualcuno lo descrive come un fenomeno e come il vero darkhorse nella sfida a Holmgren e l’italiano Banchero nella corsa a freshman dell’anno: 203 centimetri di classe con tiro da fuori. Ma mica è finita. Ci sono anche il lungo Moussa Diabaté, la PG Frankie Collins, la guardia Kobe Bufkin (che già il nome di battesimo…) e l’ala Isaiah Barnes. Potenzialmente tutti fenomeni. E non a caso sarà interessante vedere quanto spazio avranno i sophomore Terrance Williams e Zeb Jackson, che in teoria sarebbero due ottimi giocatori.

Riassunto. A vedere il bicchiere mezzo pieno Michigan ha panchina infinita, talento pazzesco oltre che mille soluzioni tattiche e va sparata alle Final Four senza passare dal via. A vederlo mezzo vuoto, la chimica sarà tutta da costruire con le relative incognite. Certo, son bei problemi. E se Howard riuscirà a dominare questo puzzle diventerà un serio candidato a nuovo santone del college basketball.

Giocatori in evidenza

Hunter Dickinson è il classico giocatore che inganna, sembra un bel pacioccone bianco un po’ innocuo invece è una spina nel fianco costante sotto canestro. Di lui vi abbiamo già raccontato l’anno scorso e il suo obiettivo (dopo aver testato la carta NBA) è quello d’incrementare continuità, mobilità e mano da fuori. Se ci riesce, finisce sparato al primo giro del Draft.

Caleb Houstan - Michigan

Caleb Houstan – Michigan

I riflettori però sono tutti sui freshman. Citiamo solo i due 5 stelle in squadra e partiamo da Caleb Houstan, che è 6-8 e arriva da Montverde Academy. Con quel fisico in Ncaa c’è gente che gioca centro, invece la sua principale skill è il tiro da fuori. Tradotto, se le sue percentuali dall’arco si confermeranno da top shooter non è solo da lottery al Draft (quello già oggi), ma da prime tre scelte. Questo è il nostro approfondimento su di lui.

Occhio però a Moussa Diabaté. Non è il classico 211 tutto magrolino, né un centro piazzato e poco mobile. Il giocatore di nazionalità francese ha un fisico di tutto rispetto sul quale sta lavorando (sono comparsi muscoli che un anno fa non c’erano). Certo, dovrà mostrare di essere capace di incidere in fase offensiva mentre oggi è più noto per le sue capacità difensive (wingspan di 216 cm), ma il suo ultimo anno di high school ha messo in mostra il potenziale del ragazzo. .

Big Ten Power Ranking

FASCIA 1
1. Purdue
2. Michigan
FASCIA 2
3. Ohio State
4. Illinois
FASCIA 3
5. Indiana
6. Michigan State
7. Maryland
8. Rutgers
9. Wisconsin
10. Iowa
FASCIA 4
11. Nebraska
12. Penn State
13. Northwestern
14. Minnesota

>>> LE SQUADRE DELLA TOP 25 <<<

 

Articoli correlati

Holmgren, Banchero e gli altri: Preseason Top 10 dei freshmen
Chet Holmgren

Holmgren e Banchero, Bates e Duren: c'è tanto da ammirare fra i freshmen di quest'anno. Ecco i nostri dieci preferiti.

La Preseason Top 25 della NCAA femminile 2021-22
South Carolina - UConn

Solide certezze, alcune scommesse e molti cambiamenti: da South Carolina a South Dakota, la Top 25 femminile prestagionale.

La Preseason Top 25 di BN 2021-22
Copertina Top 25 BN 2021-22

Solide certezze, alcune scommesse e blue blood che cercano il rilancio: da Gonzaga ad Arizona, la Top 25 prestagionale di Leggi tutto

Caleb Houstan, una iniezione di talento per Michigan
Caleb Houstan Canada FIBA U19

Tiratore formidabile e difensore intenso: Caleb Houstan è l'elemento più interessante dell'eccellente recruiting class di Michigan.

Michigan, tra la cultura di Howard e il top recruiting
juwan howard - michigan

Con Juwan Howard in panchina, Michigan è diventata una delle squadre più forti e ha anche iniziato a reclutare i Leggi tutto