Quote by Top of the week, da Lamb alla Pac-12

Come ogni settimana, ecco qui una classifica con le migliori squadre e i giocatori in evidenza che tiene conto di quanto successo negli ultimi 7 giorni, con la Pac-12 in grande evidenza.

1 – Michigan State

Non c’è Joshua Langford eppure la squadra è quella con l’attacco più efficiente della Nazione. Il loro leader, Cassius Winston, ha giocato una partita eccezionale segnando tutti i canestri decisivi nonostante fosse appena morto il fratello. E dal nulla è spuntato il freshman Malik Hall, con i suoi 17 punti (tutti nel secondo tempo) per battere Seton Hall in trasferta. Quest’anno in ogni caso si dovranno fare i conti con gli Spartans.

2 – USC (e la Pac 12)

Parliamo dei Trojans per parlare un po’ di tutta la Pac-12. Rispetto all’anno scorso è cambiata l’aria. USC è imbattuta, come sono ancora senza sconfitte anche Arizona, Oregon, Colorado e UCLA. L’anno scorso invece di questi tempi ce n’erano già state parecchie sulla carta non preventivate. I Trojans al momento sono 5-0 anche grazie a una bella vittoria fuori casa contro Nevada. Ps. Diciamolo sottovoce, ma sembra che il nuovo coach di UCLA, Mick Cronin, stia portando la squadra a difendere. Almeno un pochino. E nella Pac-12 attenzione anche ai Bruins.

 

3 – Tennessee

Allora… ci sono un francese, un finlandese e un gruppo di americani. La barzelletta in realtà non è una barzelletta e si chiama Tennessee e anche se coach Rick Barnes continua a dire che la squadra è lontana dalla chimica giusta, i Volunteers sono ancora imbattuti e hanno sconfitto Washington in settimana, anche abbastanza nettamente. Il francese, ala, si chiama Yves Pons e regala highlights, il centro finlandese Olivier Nkamhoua è il miglior rimbalzista della squadra e poi ci sono Lamonte Turner e Jordan Bowden a dettare i ritmi.

4 – Wisconsin

È vero, hanno perso all’esordio in overtime contro Saint Mary’s, ma la vittoria in settimana contro Marquette, peraltro in maniera autorevole (77-61) la dice lunga sulle potenzialità dei Badgers, una delle squadre forse più sottovalutate della nazione. Come al solito, la difesa a protezione del ferro è una delle migliori della Ncaa. Contro i Golden Eagles hanno anche mandato 6 uomini in doppia cifra.

 

5 – Delaware

Sono stati i primi a raggiungere le 6 vittorie senza sconfitte, anche grazie al successo in campo neutro contro Oakland. A parte la prima gara contro una squadra di Division II, nelle altre 5 partite hanno affrontato sempre avversari sulla carta superiori. Ma han vinto sempre loro. E così Northeastern ha trovato un’altra rivale nella Colonial. Vi state chiedendo se c’è un giocatore cui si deve tutto questo? Sì, si chiama Nate Darling, junior di 195 cm schierato da ala piccola che sta facendo sfracelli. E al momento tira anche 23/40 dall’arco.

————————–

1 – Zeke Nnaji (F, Arizona, Fr)

Sempre a proposito di Pac-12.  Nico Mannion è sempre nei nostri cuori, Josh Green è un giocatore solido, ma il freshman di Arizona che sta stupendo tutti si chiama Zeke Nnaji: il lungo dei Wildcats non sbaglia più un tiro e ha chiuso le ultime due gare con 15/15 per 45 punti. In stagione siamo a 33/39 per l’84.6%, primo assoluto in D I. Certo, è più facile quando ti arrivano palloni così.

 

2- Anthony Lamb (F, Vermont, Sr)

Il suo canestro decisivo contro St John’s ve l’abbiamo fatto vedere qui, poi ha messo una gran paura a Virginia con 25 dei suoi 30 punti segnati nel secondo tempo contro i Cavaliers, di cui 17 di fila. A un certo punto ha iniziato a segnare, da 3 come in area, e non ha smesso più. Ala tuttofare come ce ne sono poche, l’Europa lo aspetta a braccia aperte.

3 – Samir Doughty (G, Auburn, Sr)

Con 53 punti e 10/17 da 3 nelle ultime due partite, si è preso i Tigers orfani di Bryce Brown e Jared Harper ed è pronto a riportarli lontano, magari anche alle Final Four come l’anno scorso. Inarrestabile contro CSU Northridge, contro Colgate si è liberato così del suo difensore

 

4 – Christian Vital (G, Connecticut, Sr)

Brutta la sconfitta contro St. Joseph’s, ma la rimonta da -30 è gran parte merito suo: tutti suoi i canestri nel finale e chiusura con 26 punti e 16 rimbalzi (ed è 1.90). Gli Huskies si sono rifatti battendo Florida, grazie ai suoi 15+6 assist e alla rubata nel possesso decisivo.

 

5 – Nahziah Carter (G, Washington, Jr)

Dopo tanti ‘mister utilità’, chiudiamo la top5 con un giocatore che si sta segnalando come uno degli schiacciatori più divertenti della D I. Ma il nipote di Jay Z sa fare anche molto altro e lo ha dimostrato anche nella sconfitta contro Tennessee, chiusa con 18+12. E’ il miglior realizzatore di Washington, gioca meglio del duo di freshman meraviglia, e metteteci anche 2.3 recuperi a partita. Che poi converte così