Quote by Top of the week, Kansas non si ferma più

Kansas passa sul campo di West Virginia, Gonzaga asfalta Saint Mary’s, Tre Jones guida Duke: assieme a Baylor, sono queste le big del college basket che stanno convincendo di più.

Vediamo i migliori della settimana

1 – Kansas

Solo Baylor è stata in grado di sconfiggerla nella Big 12 dove alla fine, di riffa o di raffa, tra risse e sospensioni, Kansas non perde da 8 partite. In più, in mezzo alla striscia i Jayhawks hanno infilato la vittoria contro Tennessee. Dopodiché, dopo le polemiche sull’arbitraggio dell’andata, sono anche andati a vincere con autorità sul campo di West Virginia. On fire.

 

2 – Maryland

Sembrava che l’unica certezza nella conference più combattuta della stagione fosse il primo posto di Michigan State. Invece la Big Ten ha una nuova regina, ossia Maryland, che non perde da 7 partite (anche grazie alle prestazioni di Jalen Smith) e che ora si prepara per la volata finale dovendo affrontare proprio gli Spartans nel prossimo match.

 

3 – Gonzaga

Facile indicare gli Zags tra le squadre più forti? In parte sì, ma quando una squadra va a giocare sul campo della sua acerrima nemica di conference (che negli ultimi anni l’ha battuta due volte) e vince di 30 punti (90-60) vuol dire che la forma, anche quella mentale, è al top. Per ora, quest’anno, sono stati sconfitti solo da Michigan in una gara in cui i Wolverines hanno tirato 12/23 dall’arco.

4 – Houston

Saldamente in testa alla AAC, hanno battuto con grande autorità Wichita State e ora guardano con ottimismo al calendario. Sotto canestro fanno paura, sono la squadra che va meglio a rimbalzo della Ncaa (primi per differenza con gli avversari, terzi per rimbalzi offensivi). Se sono in serata anche dall’arco, addio.

 

5 – San Diego State

L’inserimento in classifica non è tanto per i risultati, visto che sono l’unica squadra ancora imbattuta al college (25-0). Ma va premiata la migliore annata nella storia della squadra, che grazie all’ultima vittoria contro New Mexico (82-59, non li hanno manco visti) si è aggiudicata matematicamente la conquista della MWC.

————

1 – Tre Jones (PG, Duke, So)

Sul finire del derby della Tobacco Road è sembrato semplicemente inarrestabile, con 15 punti filati (dei 27 finali) che hanno portato Duke al supplementare e poi alla vittoria contro North Carolina. E di fronte aveva Cole Anthony, fisicamente ben più strutturato di lui. E’ stabile al primo giro del nostro mock draft e continua a dimostrare perchè

 

2 – Xavier Tillman (PF, Michigan State, Jr)

Decisivo il suo tap in contro Illinois, e coach Tom Izzo sa bene quanto sia stato importante mettere fine alla striscia di 3 sconfitte consecutive. Ormai stabile in doppia doppia di media, è stato tra i pochi a salvarsi contro Michigan (17+12) e ottimo contro i Fighting Illini (17+11). Gli Spartans restano comunque una squadra forte e temibile anche grazie a lui.

 

 

3 – Obi Toppin (PF, Dayton, So)

Un piacere per gli occhi dal rendimento costante, è senza dubbio uno dei grandi protagonisti della stagione del college basket. Dayton è imbattuta nella AAC e anche contro Rhode Island, Toppin ha chiuso con una doppia doppia da 22+10, comprese giocate come questa

 

4 – Kira Lewis (PG, Alabama, So)

I tanti scout Nba arrivati ad Athens per vedere Georgia-Alabama avranno preso nota. Anthony Edwards è forte, ma la partita l’ha vinta Kira Lewis con 37 punti, 7 assist, 5 rimbalzi e i due liberi decisivi. Agile, veloce e tecnico, il sophomore dei Crimson Tide è decisamente pronto per il piano di sopra.

 

5 – TJ Holyfield (PF, Texas Tech, Sr)

Con tre stoppate negli ultimi 30 secondi, contro Texas ha dimostrato che si può essere decisivi anche segnando due soli punti. Protegge il ferro in difesa, allarga il campo in attacco con il suo rispettabile 37.2% da 3. E coach Chris Beard può essere ben soddisfatto del rendimento del suo unico lungo degno di questo nome che sta migliorando partita dopo partita. E ora è pronto per i centri di Kansas.