Quote by Come vedere la NCAA in streaming

Seguire la pallacanestro NCAA dall’Italia non è cosa semplicissima. Al momento, infatti, non ci sono network italiani in possesso dei diritti per trasmettere le gare della Division I (l’ultima era stata FOX Sports nella stagione 2017-18). Bisogna dunque fare affidamento all’offerta streaming che proviene dagli Stati Uniti. E non è detto che si debba sempre mettere mano al portafogli per godersi le partite del college basketball.

ESPN Player

Il gigante americano ha lanciato lo scorso anno ESPN+, piattaforma streaming a pagamento che permette di seguire un’ottima fetta dello sport universitario a stelle e strisce. Questa soluzione, purtroppo, non è accessibile dall’Italia (no, nemmeno mettendo mano al VPN).

C’è però un altro strumento per gli appassionati che non vivono negli States: ESPN Player. Rispetto a quella di ESPN+, l’offerta qui risulta leggermente minore per quantità di partite disponibili. La differenza, però, solitamente emerge solo quando si prendono in considerazione i match di squadre di fascia media e bassa sul totale delle 353 che compongono la D-I: gli incontri di cartello trasmessi durante l’anno da ESPN, invece, ci sono tutti (con qualche rara eccezione vista con partite infrasettimanali della Big 12).

ESPN Player permette di seguire tutte le gare della March Madness nonostante, negli Stati Uniti, i diritti televisivi dell’evento siano spartiti fra WarnerMedia (TBS, TNT, TruTV) e CBS. Questa rimane al momento la miglior opzione per seguire il Torneo, anzi l’unica, visto che lo streaming di CBS è bloccato per i residenti all’estero e che le trasmissioni su NCAA.com sono accessibili solo tramite abbonamento a una cable tv americana.

Oltre alle singole partite, ESPN Player propone quattro canali tematici visibili in diretta 24 ore su 24: ESPNU, i canali delle conference ACC e SEC, quello dedicato ai Texas Longhorns.

È possibile abbonarsi mensilmente (12 €) o annualmente (80 €). In entrambi i casi c’è a disposizione un periodo di prova gratuito della durata di sette giorni.

L’offerta di partite in diretta e on demand non si limita al basket maschile. Questa comprende infatti uno spettro ampissimo dello sport di marca NCAA: pallacanestro femminile, football, baseball, calcio, volley e persino il lacrosse. Insomma, di tutto e di più!

ESPN Player presenta inoltre una vasta scelta di documentari sportivi prodotti dal network negli ultimi anni (la celebre serie “30 for 30”, ma non solo) e anche la possibilità di rivedere sia dei “classici” recenti del college basket che alcuni meno recenti della boxe.

Stadium

Ecco una soluzione che consente di seguire la NCAA in streaming gratuitamente (beh, non sempre). Il canale digital ha espanso progressivamente la propria offerta di college basket sin dalla sua nascita nell’agosto 2017. Il network ha accordi di copertura con C-USA, Mountain West, Patriot League, West Coast.

Diverse partite sono trasmesse in diretta e disponibili on demand gratis sul sitosul profilo facebook ufficiale.

FloHoops

Altro canale che sta allargando l’offerta relativa al basket NCAA in streaming. Il suo pacchetto comprende una gran quantità di gare con protagoniste squadre della Big Ten e della Colonial lungo tutta la stagione. È possibile abbonarsi a FloHoops su base mensile (30 $) o annuale (12.50 $ al mese per un totale di 150 $).

Altre piattaforme streaming

Ci sono anche delle piattaforme gestite dalle singole conference che offrono la possibilità di seguire partite in diretta e/o in differita, di solito in maniera gratuita. Il tipo di proposta può variare molto: per esempio, la maggior parte di questi canali mette a disposizione solo le gare della conference season. Inoltre, la copertura non è sempre totale. Ecco la lista completa.

Power 6

  • Big 12 – on demand – gratis

Mid-Major

 

Altri articoli

Il dizionario del college basket

Il campionato di basket dell’Ncaa

Le regole del basket Ncaa

La March Madness Ncaa

Ncaa, che cos’è e cosa fa

Freshman, redshirt, ecc: i giocatori Ncaa

Power 6 e mid, le conference Ncaa

I coach più pagati dell’Ncaa