Draft

  • 29/10/2018

    Herbert Jones, una vita contro le aspettative

    Dopo i problemi di salute avuti fin da piccolo, insieme a John Petty è pronto a prendere la guida di Alabama dopo l'addio di Collin Sexton.

  • 21/06/2018

    Lonnie Walker, medaglia a due facce

    E' l'esempio concreto del prototipo del 3&D che tanto piace in Nba ma ha pregi e difetti nella stessa quantità, sia in attacco che in difesa.

  • 20/06/2018

    Michael Porter, sano o rotto?

    L'infortunio ha fatto scendere le sue quotazioni, ma solo un anno fa era considerato più forte di Deandre Ayton e Marvin Bagley.

  • 19/06/2018

    Troy Brown, PG in un corpo da ala

    Una versatilità e un potenziale da two-way player che farà gola a tanti gm: ecco perchè rischia di essere la più grande scommessa del draft.

  • 16/06/2018

    Marvin Bagley, il vero tweener

    Il talento di Duke ha il potenziale per diventare una stella, ma deve maturare sotto l’aspetto della concentrazione.

  • 15/06/2018

    Trae Young, nel nome di Steph

    Leader in punti e assist, è stata la cosa più vicina a Stephen Curry per movimenti e capacità balistiche. Ecco il suo profilo.

  • 12/06/2018

    SGA, leader a sorpresa

    Shai Gilgeous-Alexander doveva essere il più scarso dei freshman a disposizione di John Calipari e invece è diventato la guida di Kentucky.

  • 11/06/2018

    Deandre Ayton, il centro del futuro

    Cifre mostruose, premi, fisico da eroe greco, un talento e un dominio che al college non si vedevano da anni. Ecco il probabile n.1 al prossimo draft.

  • 08/06/2018

    Miles Bridges, il panzer volante

    Dopo due anni a Michigan State, arriva in Nba con la fama di super atleta con poco tiro. Vero, ma solo in parte. Vediamo perchè.

  • 05/06/2018

    Wendell Carter, il big in ombra

    Durante la stagione lo abbiamo definito l'arma segreta di Duke, e tra i lunghi del prossimo draft gode di grande considerazione

Page 1 of 2